I prezzi delle materie prime si alzano, tornando ai livelli di un anno fa e, con l’avvio del nuovo anno, si completerà il rimbalzo delle bollette di luce e gas, avviato già nel terzo trimestre del 2020. La famiglia tipo vedrà così nei primi tre mesi del 2021 crescere la bolletta elettrica del 4,5% e del +5,3% quella del gas. Ad incidere in quest’ultimo caso, ricorda l’Arera, l’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente, anche la consueta crescita invernale della domanda. Con il 2021, però, arriverà una...

I prezzi delle materie prime si alzano, tornando ai livelli di un anno fa e, con l’avvio del nuovo anno, si completerà il rimbalzo delle bollette di luce e gas, avviato già nel terzo trimestre del 2020. La famiglia tipo vedrà così nei primi tre mesi del 2021 crescere la bolletta elettrica del 4,5% e del +5,3% quella del gas. Ad incidere in quest’ultimo caso, ricorda l’Arera, l’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente, anche la consueta crescita invernale della domanda. Con il 2021, però, arriverà una importante novità: i bonus sociali di sconto sulla bolletta, saranno gradualmente riconosciuti in modo automatico a chi ne ha diritto, senza più dover presentare domanda. Ad incrociare le informazioni, in modo che il bonus sia assegnato automaticamente in bolletta, saranno direttamente i soggetti che gestiscono i dati sulle utenze e l’Isee (Acquirente Unico e Inps). Lo sconto in bolletta sarà calcolato dal 1 gennaio 2021, indipendentemente dai tempi tecnici necessari per l’entrata a regime del meccanismo attuativo.

Secondo i calcoli dell’Arera, inoltre, nonostante gli aumenti di inizio 2021, non si esaurirà la riserva di risparmio accumulata dalle famiglie con i cali provocati dagli effetti della pandemia e, al lordo delle tasse, la famiglia tipo (quella che ha consumi medi di energia elettrica di 2.700 kWh all’anno e una potenza impegnata di 3 kW; per il gas i consumi sono di 1.400 metri cubi annui) beneficerà ancora di un risparmio complessivo di circa 146 euro all’anno. Nel dettaglio, per l’elettricità la spesa nell’anno compreso tra il 1 aprile 2020 e il 31 marzo 2021 sarà di circa 488 euro, con una variazione del -10,2% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente, corrispondente a un risparmio di circa 55 euroanno; per la bolletta gas la spesa sarà di circa 950 euro, con una variazione del -8,8% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente, con un risparmio di circa 91 euro sull’anno. Secondo l’Unione dei consumatori, però, l’aumento significa spendere nel 2021 nell’ipotesi di prezzi costanti, 23 euro in più per la luce e 50 euro per il gas.

"Pessima notizia", dice il Codacons che chiede al governo di alleggerire la spesa energetica dei consumatori. "La variazione di questo trimestre ci restituisce valori delle materie prime non dissimili da quelli dello scorso anno", afferma il presidente di Arera, Stefano Besseghini. "Nel complesso, le anomalie di prezzo e di volume legate all’emergenza Covid, hanno consentito un risparmio alle famiglie nel corso dell’anno con un beneficio residuo che si protrarrà anche nel primo trimestre del 2021".