Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, 35 anni, incontra il ministro emiratino dell’Economia, Abdullah bin Touq al Marri, 39, ieri all’Expo 2020 di Dubai
Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, 35 anni, incontra il ministro emiratino dell’Economia, Abdullah bin Touq al Marri, 39, ieri all’Expo 2020 di Dubai
di Olga Mugnaini DUBAI (Emirati Arabi) "Pronti a lanciare la sfida per l’Expo Roma 2030". È la scommessa del ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, intervenuto ieri a Dubai proprio in occasione della Giornata Italiana alla fiera universale. "Abbiamo una marcia in più – ha detto –: il nostro Paese ha tanto da dire, lo stiamo dimostrando col Padiglione Italia a Dubai, qui negli Emirati, e lo faremo con la nostra candidatura della capitale Roma a Expo 2030". Sono già oltre 500mila i visitatori che hanno ammirato il...

di Olga Mugnaini

DUBAI (Emirati Arabi)

"Pronti a lanciare la sfida per l’Expo Roma 2030". È la scommessa del ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, intervenuto ieri a Dubai proprio in occasione della Giornata Italiana alla fiera universale. "Abbiamo una marcia in più – ha detto –: il nostro Paese ha tanto da dire, lo stiamo dimostrando col Padiglione Italia a Dubai, qui negli Emirati, e lo faremo con la nostra candidatura della capitale Roma a Expo 2030". Sono già oltre 500mila i visitatori che hanno ammirato il “gemello“ del David, il video di Gabriele Salvatores e tutte le altre eccellenze che raccontano il Belpaese: "La nostra ’casa’ qui a Dubai è quinta come presenze su 192 Paesi. Questo è molto importante – ha detto Di Maio – perché anche grazie all’investimento che abbiamo fatto sul Padiglione Italia stiamo segnando il record di export di Made in Italy in tutto il mondo".

Ma ieri è stata anche la giornata dedicata agli investitori stranieri, col workshop "Italy is back on track: Recovery, Resilience and Attractiveness" a Expo 2020 Dubai. L’Italia è tornata a viaggiare. È con questo slogan che Paolo Glisenti, commissario generale per la partecipazione dell’Italia a Expo 2020 Dubai, ha annunciato che nelle prossime settimane all’interno del Padiglione Italia saranno firmati nuovi importanti accordi tra aziende italiane ed emiratine, "ma anche di altri Paesi". Da Roma sono intervenuti in video i ministri delle infrasfrutture Enrico Giovannini e della transizione ecologica Stefano Cingolani, spiegando che l’Italia si sta impegnando nel tagliare le emissioni di carbonio: "Abbiamo fatto un investimento di 6 miliardi nell’economia circolare – ha proseguito Cingolani –. E saranno circa 15 i miliardi investiti nel green, in totale, tra recupero dei materiali dagli oceani, riforestazione e depurazione dell’acqua".

Intanto gli imprenditori stranieri che continuano a investire con noi ci sono già. Quattro le multinazionali presenti ieri a testimoniare l’attrattività di Sistema Italia: Philip Morris Italy con il ceo Marco Hannapel, Nokia, Equinix con il ceo Giuseppina Di Foggia, Equinix Italy col managing director Emanuel Becker, e Lulu Group International con Mohamed Althaf.

La Giornata nazionale a Dubai è stata aperta dall’alzabandiera con la musica della Banda dell’Arma dei Carabinieri e l’esibizione degli Sbandieratori di Città della Cava. Sempre ieri, inaugurata la mostra sui beni archeologici recuperati dal Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Artistico, con il generale di brigata Roberto Riccardi. E a conclusione, ancora musica con il concerto dell’Accademia del Teatro alla Scala.