Roma, 15 febbraio 2021 - Chiamiamolo effetto Draghi. Oggi alla riapertura dei mercati finanziari lo spread tra Btp e Bund tedeschi ha aperto in ribasso dopo la formazione del nuovo governo: da quota 90 di venerdì scende infatti a 89,6 punti base. Per poi chiudere di nuovo sopra quota 90: 91, per la precisione.

Bankitalia: debito pubblico a 2.569 miliardi

Sempre sul fronte economico, da segnalare che oggi sono state diffuse le stime di Bankitalia sul debito pubblico italiano e sul fabbisogno. Al 31 dicembre 2020 il debito delle Amministrazioni pubbliche è di 2.569,3 miliardi. A fine 2019 ammontava a 2.409,9 miliardi (134,7% del Pil). L'aumento del debito nel 2020 (159,4 miliardi), spiega Via Nazionale, ha riflesso sia il fabbisogno delle Amministrazioni pubbliche (152,4 miliardi) sia l'incremento delle disponibilità liquide del Tesoro (9,6 miliardi); scarti e premi all'emissione e al rimborso, rivalutazione dei titoli indicizzati all'inflazione e variazione del cambio hanno diminuito il debito per 2,6 miliardi.

Nel corso del 2020 la quota del debito detenuta dalla Banca d'Italia è cresciuta per effetto degli acquisti di titoli pubblici nell'ambito dei programmi decisi dall'Eurosistema, collocandosi al 21,6% (dal 16,8% della fine del 2019).