Giorgio Tacchia, amministratore delegato del servizio streaming Chili
Giorgio Tacchia, amministratore delegato del servizio streaming Chili

Un’intesa che unisce la visione gratuita di contenuti video con la pubblicità tra due protagonisti dei rispettivi mercati: SpeeD e Chili. La concessionaria di pubblicità del gruppo Monrif, tra i top player del mercato nazionale, ha siglato infatti un accordo con Chili, la tech media company che distribuisce, attraverso la sua piattaforma, contenuti in cinque Paesi europei, tra cui l’Italia, a 4,5 milioni di iscritti. Al core business del noleggio e vendita di contenuti in streaming, nell’ottobre 2020 Chili ha aggiunto anche il servizio Avod: lo streaming gratuito con pubblicità.

L’accordo prevede che SpeeD diventi il riferimento esclusivo per la piattaforma Chili, non solo per la pubblicità tabellare su chili.com e sul magazine hotcorn.com , ma anche per Pre-roll e Post-roll (i video-spot lanciati prima o dopo un contenuto) e formati video interattivi per le Smart Tv.

Il servizio Avod di Chili offre, on-demand e su qualsiasi device connesso a Internet, una vasta scelta di film gratuiti facendo della Smart Tv il modello distributivo centrale e costruendo un’offerta personalizzabile anche per la pubblicità.

L’accordo SpeeD-Chili nasce per offrire al mercato le soluzioni più idonee e performanti di Avod su Smart Tv. Un modello in grado di proporre ai consumatori annunci ad hoc diversificati per cluster e target in un mercato per cui è stimata una crescita nel mondo a 60 miliardi di dollari a fine 2026.

«Questo accordo rappresenta una importante opportunità per il posizionamento della nostra concessionaria – spiega Sara Riffeser Monti, presidente di SpeeD -. È un rilevante momento di ripartenza, di condivisione strategica per proporre al mercato nuove occasioni di comunicazione integrata, finalizzate all’ottimizzazione degli investimenti attraverso canali innovativi e targettizzati. Grazie a questa prestigiosa alleanza potremo proporre ai centri media e ai grandi clienti nazionali pianificazioni mirate".

"Con questa intesa, Chili fa un ulteriore passo in avanti – aggiunge Giorgio Tacchia, fondatore e ad di Chili - industrializzando la distribuzione e la vendita della pubblicità su Avod. In pochi mesi abbiamo migliorato l’offerta e generato i volumi necessari per poter rivolgerci al mercato tramite un player tra i più autorevoli come SpeeD".