Insieme per rafforzare il valore dell’informazione di qualità. SpeeD, la concessionaria di pubblicità del gruppo Monrif, e S.E.S. (Società Editrice Sud) hanno siglato un accordo per la gestione della raccolta pubblicitaria delle testate, cartacee e digitali, La Gazzetta del Sud (fondata a Messina nel 1952) e Il Giornale di Sicilia (una delle testate più antiche d’Italia con il primo numero datato 7 giugno 1860), delle emittenti televisive TGS e RTP e di quelle radiofoniche RGS e Radio Antenna dello Stretto dell’editore siculo-calabro per una copertura capillare delle aree di Sicilia e Calabria. Questa...

Insieme per rafforzare il valore dell’informazione di qualità. SpeeD, la concessionaria di pubblicità del gruppo Monrif, e S.E.S. (Società Editrice Sud) hanno siglato un accordo per la gestione della raccolta pubblicitaria delle testate, cartacee e digitali, La Gazzetta del Sud (fondata a Messina nel 1952) e Il Giornale di Sicilia (una delle testate più antiche d’Italia con il primo numero datato 7 giugno 1860), delle emittenti televisive TGS e RTP e di quelle radiofoniche RGS e Radio Antenna dello Stretto dell’editore siculo-calabro per una copertura capillare delle aree di Sicilia e Calabria.

Questa partnership, spiega una nota, "pone le basi per un percorso di ulteriore valorizzazione delle testate di S.E.S e per un importante ampliamento del raggio di azione di SpeeD". L’intesa permetterà alla concessionaria del gruppo Monrif, aggiunge la nota "di coprire regioni del Sud e di integrarsi al meglio con le aree già presidiate dalle testate captive del gruppo: Qn Quotidiano nazionale (diventato in poco tempo uno dei leader dell’informazione in Italia), il Resto del Carlino, La Nazione e Il Giorno". "L’alleanza è nata da una visione comune dei problemi e delle prospettive dell’editoria – commenta Lino Morgante, presidente e direttore editoriale di S.E.S -. Abbiamo messo a disposizione di SpeeD l’esperienza maturata nella raccolta pubblicitaria in Sicilia e Calabria, anche nell’ambito del settore radiotelevisivo. Siamo convinti che questo accordo strategico porterà frutti per entrambi i gruppi. La nostra GDS Media continuerà a operare fino a garantire il totale passaggio del testimone". L’idea di collaborare con S.E.S, aggiunge Sara Riffeser Monti, presidente di SpeeD "è nata quasi per caso, durante un incontro con Lino Morgante, parlando di significative storie personali e aziendali del passato, legate anche alla profonda amicizia tra gli editori Attilio Monti e Uberto Bonino".

Dopo quello che la presidente di SpeeD definisce un "momento importante di condivisione strategica sul settore editoriale e pubblicitario", il passo verso una collaborazione operativa "è stato breve ma estremamente condiviso e pianificato". L’accordo con il gruppo editoriale siculo-calabro, sottolinea sempre Sara Riffeser Monti "deve essere per le nostre realtà un rilevante momento di ripartenza. Siamo onorati di aggiungere al nostro portafoglio testate così autorevoli e radicate nei territori di diffusione del Sud Italia".

Per la presidente di SpeeD il modello di business che unisce informazione locale e nazionale "è fortemente in sintonia" con i quotidiani del gruppo QN. "Come concessionaria siamo convinti di poter mettere al servizio di S.E.S una profonda conoscenza delle dinamiche del mercato locale e strutture professionali e flessibili nella gestione della rete di vendita". Infine, non meno importante per Sara Riffeser Monti è il posizionamento che "da ora potremo avere all’interno delle pianificazioni dei centri media e dei grandi clienti nazionali, presentandoci come uno dei più completi sistemi di comunicazione integrati, composto da mezzi e testate complementari fra loro".