7 mar 2022

Sorpresa, il gasdotto Tap è diventato una risorsa

featured image
Sorpresa, il gasdotto Tap è diventato una risorsa

DA SIMBOLO incredibilmente discusso delle battaglie NIMBY (Not in my backyard, non nel mio giardino) a grande fenomeno PIMBY (Please in my backyard, per favore, nel mio giardino , vera àncora di salvezza dell’autonomia energetica nazionale. Tutto ciò, in poco più di un anno. È la straordinaria parabola del TAP, il gasdotto trans-adriatico entrato in funzione a fine 2020 dopo epocali battaglie sulle spiagge di Melendugno. Dopo lo scoppio del conflitto ucraino, la sua storia rappresenta un paradigma delle convulsioni italiche nel rapporto tra sviluppo e sostenibilità. A sancire la ‘conversione’ della visione di istituzioni e opinione pubblica nostrane rispetto al TAP, l’annuncio fatto dal premier Draghi alle Camere qualche giorno fa: al primo posto nella nuova strategia del Governo italiano per fronteggiare la crisi energetica e rafforzare l’autonomia dal gas russo, c’è oggi il progetto di raddoppio del TAP che collega l’Azerbaijan all’Europa passando per il mare del Salento. Se potessimo, attiveremmo subito questa nostra ‘arma autonomista’: in realtà serviranno circa quattro anni per realizzare il raddoppio, spiegano i vertici di TAP, per poter realizzare le opere necessarie dall’altra parte del Mediterraneo, tra Albania e Grecia. Ci avessimo pensato prima... Oggi il TAP trasporta in Europa dall’Azeirbaijan 10 miliardi di metri cubi di gas l’anno, pari al 14% dell’intero fabbisogno nazionale. Sul piano dell’approvvigionamento energetico, ha tre grandi vantaggi: trasporta gas che non arriva dalla Russia né deve transitare da essa, il suo gas arriva sul mercato ad un prezzo molto competitivo, è stato progettato con una capacità doppia a quella attualmente utilizzata (da cui deriva, appunto, il progetto di raddoppio da 10 a 20 miliardi di metri cubi di gas). A regime, coprirà da solo i bisogni di ben 14 milioni di utenze domestiche in Europa. Ma a fronte di questi plus, il grande minus della questione ambientale ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?