Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
6 giu 2022

"Sarà l’ultima crisi energetica legata ai combustibili fossili"

6 giu 2022
featured image
"Sarà l’ultima crisi energetica legata ai combustibili fossili"
featured image
"Sarà l’ultima crisi energetica legata ai combustibili fossili"

"SE RIUSCIREMO a centrare gli obiettivi che ci siamo dati, questa sarà l’ultima crisi economica che l’Europa dovrà subire per colpa della sua dipendenza dai combustìbili fossili", si augura Michele Governatori (a destra), responsabile energia del think tank Ecco Climate. Non è la prima volta che l’Europa rischia di restare a secco per le ritorsioni politiche di qualche dittatore. A partire dalla guerra del Kippur del ‘73, le crisi si sono susseguite.

Andremo avanti così?

"Sono ottimista. Nessuno choc energetico è mai passato nella storia senza portare a grossi cambiamenti nella consapevolezza delle persone. La crisi del ‘73-‘74, ad esempio, fece cambiare completamente il modo in cui si consideravano i consumi di benzina delle auto, che improvvisamente entrarono nei criteri di scelta del modello quando si andava dal concessionario. Allo stesso modo, credo che oggi i consumatori di energia siano stati sensibilizzati da questa crisi".

Una consapevolezza che ha raggiunto anche il governo italiano?

"La politica risponderà perché i soggetti economici hanno capito che non vogliono pagare l’energia oltre 200 euro a megawattora. In particolare i consumatori che hanno aderito alle offerte verdi, che assicurano la fornitura da fonti rinnovabili, sono furenti di dover pagare anche la loro energia sulla base del prezzo del gas".

Quindi che cosa succederà? Nessuno comprerà più energia verde?

"Mi aspetto che a breve si moltiplicheranno le proposte di partnership nello sviluppo degli impianti rinnovabili. Se il venditore viene da me e mi chiede d’impegnarmi sul lungo periodo nello sviluppo dei suoi impianti, come se fossi suo socio, e in cambio lui mi fornisce energia verde a prezzo di costo, conviene. Però, non è che poi lo pianto in asso appena il prezzo del gas cala di nuovo. In quel caso ci sarà da pagare una penale".

Saranno fatte così le offerte future?

"Sì. Credo che questo choc ci abbia cambiati per sempre. Come reazione crescerà la consapevolezza dei consumi di energia, che porterà al taglio degli sprechi con l’efficienza energetica e a una nuova ondata di rinnovabili, in larga misura grazie alla compartecipazione dei consumatori".

Elena Comelli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?