IL TEAM DI SIENA FOOD LAB Il presidente del Santa Chiara, Angelo Riccaboni con il rettore dell’Università di Siena Francesco Frati e il presidente della Fondazione Mps, Carlo Rossi, che ha finanziato l’iniziativa
IL TEAM DI SIENA FOOD LAB Il presidente del Santa Chiara, Angelo Riccaboni con il rettore dell’Università di Siena Francesco Frati e il presidente della Fondazione Mps, Carlo Rossi, che ha finanziato l’iniziativa

Avvicinare imprese e ricerca. Facilitare il dialogo che può offrire una marcia in più all’agricoltura. Questo è lo scopo di Siena Food Lab, un’iniziativa congiunta del Santa Chiara Lab dell’Università di Siena e della Fondazione MPS, che nei prossimi diciotto mesi supporterà sessanta imprese agricole nei settori vitivinicolo, olivicolo e cerealicolo della provincia senese.

Il presidente della Fondazione Mps, Carlo Rossi, ha finanziato il progetto di Siena Food Lab con 950mila euro, la fetta più importante del fabbisogno di 1 milione e 200 mila euro. Ed è pronto a coinvolgere anche le altre Fondazioni, che fanno capo all’Acri. "Il nostro obiettivo - ha detto Rossi - è favorire i processi di trasferimento tecnologico tra l’accademia, gli innovatori e le imprese del mondo agricolo".

Attivo un primo bando per il reclutamento delle prime venti aziende del territorio nel settore della viticoltura, a seguire arriveranno gli altri due per venti imprese olivicole e venti cerealicole. Le aziende agricole che aderiranno al progetto avranno a disposizione un team di esperti che fornirà le soluzioni offerte dal mondo dell’innovazione e della ricerca per migliorare i processi produttivi aziendali, capaci di assicurare una produzione di qualità e una maggiore redditività dell’imprese.

E oltre ai bandi destinati alle imprese per la parte di trasferimento tecnologico, apriranno bandi per tirocini formativi presso le aziende destinati a giovani diplomati e studenti universitari. Se infatti la ricerca può sostenere l’agricoltura a vincere le sfide del prossimo futuro, l’agricoltura può offrire alla ricerca un laboratorio in cui accrescere conoscenze e applicazioni. I tirocini sono così finalizzati a creare figure professionali, ambasciatori di una nuova agricoltura, in grado di supportare le associazioni di categorie e le aziende nel percorso di innovazione sostenibile.

Ric. Br.