La nascita di un colosso internazionale dei pagamenti digitali a base tutta italiana è più vicino. È stato infatti sottoscritto l’accordo definitivo alla fusione per incorporazione di Sia in Nexi, con l’approvazione dei cda di Cassa depositi e prestiti, Cdp Equity, Mercury Uk, Sia e Nexi stessa. L’operazione prelude alla creazione di una paytech da oltre 15 miliardi di euro di capitalizzazione, capace di contare (guardando al proforma 2019) su 2,9 miliardi di ricavi e a un Ebitda di 1,5 miliardi.

Nexi intanto ha chiuso i conti 2020 con un Ebitda a 601,4 milioni (+2,5%), ricavi a 1,04 miliardi (-2,8%), utile normalizzato a 245,8 milioni (-3%) e posizione finanziaria netta a 2,133 miliardi. Sia ha terminato con ricavi a 748 milioni (+2%) in accelerazione nel quarto trimestre, Ebitda a 285 milioni (+3%).