Si apre per Mediobanca una due giorni densa di appuntamenti. Oggi il banco di prova è rappresentato dai conti del primo trimestre 20202022, sul tavolo del cda per poi essere presentati al mercato, mentre domani è la volta dell’assemblea chiamata a rinnovare il Cda dove pende l’incognita delle scelte di voto della Delfin di Leonardo Del Vecchio. Tre le liste fra cui scegliere quale votare, sempre che l’imprenditore, primo socio con ben oltre il 10%, non decida di astenersi, ci sono quella di maggioranza del board uscente e le due di minoranza. Nel frattempo l’attenzione è sulla trimestrale dove il consensus stima per giugno-luglio-settembre un utile netto di 140 milioni (dai 271 milioni segnati nello stesso periodo 2019) e ricavi per 595 milioni.