Lunedì 15 Luglio 2024

Settimana della felicità sul lavoro, ecco la classifica delle 150 migliori aziende europee

L’Italia al quinto posto con 5 aziende premiate, a cui si aggiungono 12 sedi italiane di imprese multinazionali

Una riunione in ufficio

Una riunione in ufficio

Roma, 26 settembre 2023 – In occasione della Settimana internazionale della felicità sul lavoro, che quest’anno si celebra in tutto il mondo dal 25 al 29 settembre, la società di ricerca e consulenza Great Place to Work ha stilato la classifica delle 150 migliori aziende europee per cui i dipendenti sono più contenti di lavorare. Il ranking dal nome ‘Best Workplaces in Europe 2023’ è basato sul parere di oltre un milione di collaboratori in rappresentanza di 2,6 milioni di persone impiegate in oltre 3.300 imprese attive in 21 Paesi in Europa. L’Italia è al quinto posto con 5 aziende premiate, a cui si aggiungono 12 sedi italiane di imprese multinazionali: ecco dove si è più felici sul lavoro.

La classifica è suddivisa in 4 categorie in base al numero di collaboratori: aziende multinazionali, grandi (oltre 500), medie (tra 50 e 499) e piccole (tra 10 e 49). Il principale indicatore preso in considerazione nell’analisi del ranking è il Trust Index, ovvero l’indice di “fiducia” che raggruppa tematiche quali credibilità, rispetto, equità, spirito di squadra e orgoglio. Altri temi importanti emersi nella ricerca riguardano i benefit ottenuti dai collaboratori, la redistribuzione equa dei profitti realizzati dall’organizzazione, l’equità della paga per il lavoro svolto, l’offerta di corsi professionalizzanti, il coinvolgimento diretto dei dipendenti da parte della direzione nelle decisioni che riguardano l’ambiente di lavoro, la possibilità per tutti i membri di un’organizzazione di poter ottenere speciali riconoscimenti e la capacità della direzione manageriale di assegnare i giusti ruoli e di coordinamento dei dipendenti.

Il primo Paese per numero di aziende premiate è la Francia (10%), seguita da Gran Bretagna (9%), Germania e Turchia (7%). L’Italia, a pari merito con Irlanda, Spagna e Svizzera, ospita il 6% delle imprese presenti in classifica. Nella categoria delle 50 migliori aziende grandi, Sorgenia (fornitore di luce, gas e fibra) e Illimity (banca digitale) si sono aggiudicate rispettivamente il 13o e il 31o posto. Ci sono due italiane anche nella top 50 delle aziende medie: Bending Spoons che sviluppa applicazioni per dispositivi mobili è al 12° posto, mentre Reverse Spa del settore risorse umane è al 38°. Tra le ditte piccole, invece, troviamo Accuracy, azienda di consulenza finanziaria che si è posizionata al 10° posto. Infine, occorre sottolineare che ci sono 12 sedi italiane premiate nella categoria delle multinazionali (DHL Express, AbbVie, Hilton, Cisco, Salesforce, Stryker, Teleperformance, Cadence, SC Johnson, Sopra Steria, Kiabi, Admiral Group (ConTe.it), WL Gore, Bacardi, Bristol-Myers Squibb).

Per quanto riguarda i vincitori assoluti delle categorie, quella delle multinazionali vede la conferma al primo posto di DHL Express, compagnia di trasporti tedesca, mentre tra le aziende grandi e medie hanno trionfato due olandesi del settore tecnologico, Afas Software e Blue Bricks. La migliore azienda piccola in Europa, invece, è la turca TrabzonPort.