Sebigas, operatore esperto nel settore del biogas e uno dei

principali fornitori di impianti di biogas, entra a far parte ufficialmente del gruppo Tica che conta un fatturato di 830 milioni di euro (2019), circa 3000 dipendenti, 10 stabilimenti produttivi nel mondo e 70 Branch offices. Dopo quella di Exergy avvenuta 10 mesi fa, questa è la seconda acquisizione nel settore dell’energia verde di Tica assieme a Nanjing Golden Eagle Group, una delle più importanti holding di investimento in Cina attiva nel settore retail, hospitality e real estate con ricavi lordi sulle vendite per 18 miliardi di Dollari di Hong Kong. Afferma Roberto Salmaso, General

Manager Sebigas: "Ci poniamo sul mercato con la consapevolezza di aver rappresentato e di essere tuttora un punto di riferimento affidabile per tutti gli stakeholder legati al mondo industriale e agricolo".

La ripartenza è con un piano industriale a 3 e 5 anni ambizioso che prevede un cambio

strategico di business – si passerà infatti ad un portafoglio più equilibrato tra i vari settori di applicazione, da 80% agricolo, 10% industriale, 10% waste a un 40% agricolo, 30% industriale e 30% waste - e un incremento di fatturato fino a 10 milioni di euro. Il primo e più importante obiettivo del Green New Deal sarà la produzione di energia elettrica sostenibile.

Confermato tutto l’organico e aperte nuove posizioni, Sebigas mantiene la sua sede in Italia a Olgiate Olona in provincia di Varese, così come resta

confermato il management e il team di lavoro. Il piano di sviluppo e le opportunità commerciali impongono anche un ampliamento dell’organico con figure tecniche nell’ambito dei processi biologici, nell’ingegneria elettrica, nell’automazione e nel proposal. Il processo di recruiting porterà la struttura esistente a più che raddoppiare il proprio organico entro la fine del 2021. Sebigas è attiva nella progettazione, fornitura e gestione di impianti di biogas in tutto il mondo. Con un portafoglio di oltre 80 impianti realizzati nelle taglie da 100 kW a 3 MW per track record di oltre 8700 ore l’anno di funzionamento alla massima potenza.