Atlantia avvia la scissione da Autostrade per l’Italia, ma sullo sfondo restano le tensioni col governo per le lungaggini sulla conclusione dell’operazione. E viene di nuovo menzionata – dal viceministro pentastellato Cancelleri – la parola "revoca". Il cda della holding dei Benetton "ha preso atto delle difficoltà" emerse con Cdp e ha annunciato un processo dual track, dopo il cda di ieri, per uscire da Aspi. Due binari, appunto: la vendita dell’intera quota dell’88% del capitale tramite processo competitivo o, in alternativa, una scissione parziale con conferimento del 55% e il 33% del capitale sociale di Aspi nella neocostituita Autostrade Concessioni e Costruzioni Spa, da quotarsi in Borsa.