Gli occhi del mondo sono puntati sulla gestione dell’emergenza Coronavirus. Il tessuto produttivo, almeno per un po’, tira il freno a mano, andando avanti a velocità ridotta. Poi, ci sono quei pochi che in questo periodo possono aiutare a fare la differenza. La sanificazione e l’igienizzazione degli ambienti diventa un nodo fondamentale per la prevenzione del Covid-19 , e aziende come Cristanini Spa, sono chiamate alle ‘armi’ per vincere la battaglia contro la pandemia al fianco dei corpi militari e di intervento sanitario.

L’azienda veronese vanta ben quarantanove anni di esperienza nei settori militare e civile nel campo dello sviluppo e della costruzione di sistemi e tecnologie del vapore e dell’acqua ad alta pressione per la disinfezione di mezzi, ambienti ed attrezzature. Tutto questo ha permesso alla società di Rivoli Veronese di essere stata la prima scelta da parte dell’Aeronautica Militare Italiana e quindi il principale referente tecnico davanti alla emergenza di sanificare l’interno degli aerei che hanno riportato in patria gli italiani da Wuhan e dalla nave Diamond Princess.

All’aeroporto di Pratica di Mare è stato infatti utilizzato un particolare sistema mobile, chiamato LDV-X, per la decontaminazione e la detossificazione chimica e biologica di spazi interni ed in ambienti confinati. Grazie a una tecnologia brevettata dall’azienda stessa, infatti, il dispositivo produce una soluzione decontaminante aerosolizzata che agisce permanendo in sospensione nel volume occupato, quindi è in grado di introdursi anche negli interstizi più difficilmente raggiungibili – come appunto quelli della cabina passeggeri di un aereo – e renderli sicuri. La cabina di pilotaggio è stata invece trattata con un altro prodotto Cristanini, l’SX-34, specifico per le delicate apparecchiature elettroniche presenti, capace di intervenire senza danneggiarli. Tecnologie brevettate che giocano un ruolo importante in questo momento, in cui per la sicurezza di tutti è fondamentale l’igienizzazione non solo delle persone ma anche di quello che utilizziamo e ci circonda.

Ma i sistemi Cristanini non sono utilizzati solo nelle emergenze militari. L’azienda è infatti anche in prima linea anche sulle ambulanze della Croce Rossa e di molte altre organizzazioni di soccorso. Oltre alle disinfezioni ‘eccezionali’ come raccontato sopra, ci sono quelle quotidiane dei veicoli di intervento, sanificati grazie a una macchina che produce una miscela di vapore e di prodotto igienizzante, combinando quindi l’intrinseca capacità di distruzione biologica del vapore ad alta temperatura ( 160°) con l’azione chimica di questo composto realizzato anch’esso dall’azienda veneta stessa. Neanche a dirlo: in un momento come questo si tratta di dispositivi praticamente indispensabili, e i numeri non mentono.

Pur nella difficile situazione di smart working degli uffici e di una produzione condizionata dalle recenti disposizioni del Governo Italiano, la Cristanini Spa sta operando al massimo delle proprie forze, per soddisfare le richieste di fornitura che l’attuale pandemia globale fa arrivare ogni giorno, dando ovviamente priorità alle attuali importanti necessità dei nostri corpi militari, Protezione Civile e Croce Rossa. Mentre giungono richieste da quasi tutto il mondo, soprattutto in Italia c’è un nemico chiamato Covid-19 da combattere. Per questo ora in azienda viene data la precedenza ovviamente ai sistemi destinati a risolvere l’emergenza sanitaria.