Ryanair
Ryanair

Milano, 13 febbraio 2020 - Ryanair interviene sulla crisi della compagnia Air Italy messa in liquidazione. Oggi a Milano nel corso di una conferenza stampa il chief commercial officer David O'Brien ha smentito le voci diffusesi ieri di un possibile interesse della compagnia irlandese per Air Italy: "Non c'e' nessun interesse da parte di Ryanair ad acquistare Air Italy". Sulla crisi della compagnia Italiana O'Brien ha sottolineato: "Probabilmente quando Qatar Airways ha investito in Air Italy, non si aspettava che Alitalia sopravvivesse così a lungo".

image

"Siamo dispiaciuti per la vicenda di Air Italy e non stiamo sfruttando questa vicenda. Noi proseguiamo la nostra crescita indipendentemente da questa vicenda. Per su Air Italy - ha aggiunto O'Brien - alcune cose vanno dette. Il loro personale navigante era il 50%, il nostro é l'85%. Questo dato la dice lunga sull'efficienza delle compagnie aeree". Poi O'Brien sottolinea un pericolo: "L'addizionale comunale carica un peso intollerabile sugli aeroporti regionali più piccoli. I soli passeggeri di Air Italy hanno pagato oltre 30 milioni di euro di tasse municipali la maggior parte dei quali va ad Alitalia. Bisogna eliminarla, diventa insostenibile non solo per le low cost".

Landini: "Il Mise ci convochi"

Il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini ha commentato la crisi di Ai Italy chiedendo una concocazione da parte del ministero dello Sviluppo economico. "In queste ore - ha detto il segretario - i lavoratori si stanno mobilitando e ci sono assemblee in corso, la nostra rivendicazione è molto precisa: che il governo e il ministero dello Sviluppo economico convochi subito i sindacati e l'impresa perche' va evitata la messa in liquidazione e va aperto un processo che dia una prospettiva a questa impresa, anche perchè c'è un problema in Italia del sistema dei trasporti".

"Irritazione" del governo

E forte irritazione per la gestione della crisi di Air Italy e per il mancato coinvolgimento delle istituzioni è stato il concetto ribadito oggi dalla ministra dei Trasporti Paola De Micheli durante l'incontro con una delegazione delle forze di opposizione del Consiglio regionale sardo e alcuni parlamentari degli stessi partiti eletti nell'Isola (Pd, Leu, M5s e Progressisti). De Micheli ha anche ricordato l'invito del governo, ai liquidatori di procedere con percorsi alternativi alla liquidazione in bonis "che offrano maggiori garanzie e tutele ai lavoratori e ai passeggeri".

L'offensiva commerciale di Ryanair

Parte però un'offensiva commerciale su più fronti targata Ryanair. "Aumenteremo comunque la nostra offerta tra Milano e la Sardegna con un nuovo volo da Bergamo e uno da Malpensa per Cagliari, con frequenza giornaliera. Vorremmo però crescere ulteriormente nei collegamenti con l'isola se ci dovessero essere a disposizione nuovi aeromobili e se il governo dovesse abbassare le tasse. Abbiamo dei colloqui in corso con l'Aeroporto di Olbia per aprire una seconda base in Sardegna ad Olbia, difficilmente arriverà per l'estate ma è un'opportunità, ci stiamo lavorando".

Tariffe speciali per i voli cancellati

La compagnia low cost lancia un'offensiva rivolta ai clienti di Air Italy. Sono state lanciate "speciali tariffe di salvataggio" su 11 rotte e per 7 aeroporti italiani "per accogliere clienti di Air Italy i cui voli sono stati cancellati.  Le tariffe riguardano voli nazionali da e per Cagliari, Catania, Lamezia, Milano Bergamo, Milano Malpensa, Napoli e Palermo, nonché sulle rotte internazionali da Milano Bergamo a Londra Stansted e Londra Southend. Le tariffe sono disponibili, precisa Ryanair, per i voli da febbraio a maggio, ma come sempre accade sono limitate nella prenotazione.

Anche Alitalia fa sconti

Anche la compagnia di bandiera scende in campo: Alitalia ha attivato tariffe agevolate dedicate esclusivamente ai passeggeri in possesso di biglietti Air Italy con uno sconto del 20% sulla tariffa applicabile. Presentando un biglietto aereo della compagnia Air Italy i viaggiatori potranno acquistare un biglietto Alitalia con tariffa agevolata su voli nazionali per raggiungere Milano da Roma, Catania, Palermo, Lamezia Terme, Napoli e Cagliari (con esclusione delle tariffe di continuita' territoriale) e viceversa, e per voli internazionali sia in classe Economy sia in Business class per raggiungere Cairo e Male', da Roma, Milano, Catania, Palermo, Lamezia Terme, Napoli e Cagliari. Le tariffe possono essere acquistate entro il 29 febbraio ed utilizzate entro il 15 marzo.
Mau

Easyjet in soccorso dei passeggeri