Mondadori ha chiuso il 2020 in utile con un risultato netto positivo per 4,5 milioni di euro - che risente di 26,5 milioni di svalutazioni relative a Tv Sorrisi e Canzoni e ad altri brand - in calo dai 28,2 milioni del 2019 su ricavi in flessione del 15,9% a 744 milioni. L’ebitda rettificato scende a 98,1 milioni (da 110,4 milioni) ma migliora l’incidenza sui ricavi, che passa dal 12,5% al 13,2%. Per il 2021 Mondadori (nella foto l’ad Ernesto Mauri) stima ricavi in crescita, e un risultato netto in forte crescita rispetto al 2020. Il gruppo è ottimista per il 2021 dopo "la capacità dimostrata nel 2020 di reagire a un contesto fortemente deteriorato".