Ricerca, innovazione e sostenibilità ambientale sono i tre pilastri alla base della mission di Commerciale Adriatica. L’azienda ravennate, nata nel 1999, gestisce con successo due marchi di punta: ‘Panafè’, per la produzione di macchine per caffè compatte o per il circuito Horeca, e ‘Panice’, che offre una vasta gamma di prodotti per il trattamento dell’acqua a uso domestico. Da anni, visto il costante inquinamento dell’acqua nelle città, l’azienda mette a disposizione impianti di depurazione che filtrano l’acqua tramite osmosi inversa, l’addolcimento o la microfiltrazione.

Rendendo l’acqua potabile o idonea per tutti gli utilizzi casalinghi grazie ai nostri sistemi, si può erogare acqua depurata direttamente dal rubinetto della cucina, abbattendo così l’uso di bottiglie in plastica, mentre con l’impiego di addolcitori, si può migliorare ed allungare notevolmente la vita degli impianti e delle tubature, riducendo la quantità di saponi e detersivi utilizzati per elettrodomestici e pulizie di casa, con un migliore impatto ambientale ed energetico. Anche durante il lockdown l’azienda non si è fermata ed ha intrapreso la commercializzazione di nuovi dispositivi di disinfezione, con funzione virucida, che hanno l’obiettivo di aiutare ad inattivare il Covid-19 dagli ambienti in cui viviamo e lavoriamo.

"E’ una gamma di prodotti – spiega l’amministratore unico Enrico Paolo Costa (al centro nella foto in alto) – che va a integrarsi con quelle che già trattiamo e le completano. Il nostro modo di lavorare è proporre soluzioni sempre più innovative e a misura del cliente, questa volta con maggiore attenzione all’igiene, per questo abbiamo cercato prodotti efficaci nell’abbattimento dei virus". L’ozono è stato riconosciuto dal ministero della Sanità come "presidio naturale per la sterilizzazione di ambienti contaminati da batteri, virus e spore", di conseguenza i primi prodotti scelti per questa nuova sfida sono generatori di ozono della linea ‘Panice Special Ozone’, efficaci per purificare sia l’aria, sia l’acqua. Un genere nuovissimo che offre un ventaglio molto ampio di utilizzo, dalla sanificazione di una singola stanza a quella di grandi impianti industriali.

I generatori sono progettati per sterilizzare ambienti ed eliminare virus, batteri, spore, sostanze nocive e microrganismi vari, nonché per rimuovere muffe e odori sgradevoli. Sono destinati a uffici, ospedali, case di riposo, ristoranti, bar, aziende, cucine industriali e all’ambiente domestico, ma Commerciale Adriatica si è voluta rivolgere anche alla fetta di mercato rappresentata da autobus, camper e imbarcazioni, investendo su generatori ad ozono che funzionano a un voltaggio minore, 12-24 volt. L’azienda ravennate però non si è fermata qui e ha voluto investire in altri due dispositivi anti-Covid. Il primo è uno scanner UVC a led (nella foto in basso), pieghevole e portatile, capace di eliminare batteri, virus, allergeni e muffe in modo efficace da ogni superficie in pochi secondi.

Il secondo dispositivo è uno sterilizzatore portatile, altamente virucida, con la forma di un beautycase, dove possono essere riposti vari oggetti (ad esempio cellulari, cavi, biberon e pettini), in modo tale che si possano sterilizzare in modo autonomo anche durante viaggi e in generale fuori casa. Anche qui, la scelta è caduta sull’UVC-Led perché rispetto alle lampade UV ha un consumo minore, una durata maggiore e non emette calore. In questo modo si riducono i costi di manutenzione e si possono sterilizzare anche quei prodotti che tipicamente vengono considerati sensibili al calore.

"Da sempre investiamo moltissimo in ricerca e sviluppo – sottolinea Costa – e continueremo a trovare altri materiali e soluzioni efficaci nella lotta contro il Coronavirus". Anche restando a casa durante il lockdown, Commerciale Adriatica ha portato a termine la progettazione di queste nuove apparecchiature, già prenotate da diversi committenti.