"Il tavolo Ue è stato talmente profondo nella sua analisi che ha richiesto tempi difficilmente compatibili con le esigenze di cassa della società". Giuseppe Leongrande, commissario straordinario di Alitalia, commenta così la verifica di Bruxelles sugli aiuti di Stato ricevuti. In audizione presso le Commissioni riunite Affari costituzionali e Bilancio alla Camera, il commissario spiega: "Un ristoro per un eventi di questo tipo ha una sua importanza se viene erogato nei tempi necessari per la gestione".

Il direttore generale Giancarlo Zeni, intanto,

riferisce che Alitalia ha subito nel 2020 un calo dei ricavi del 78% con un arretramento di 2,1 miliardi e che nel primo e secondo trimestre del 2021 la domanda di viaggi "è di oltre l’80% inferiore all’anno precedente".