L'entrata in vigore della Rc auto familiare è prevista per il 16 febbraio (Lazzeroni)
L'entrata in vigore della Rc auto familiare è prevista per il 16 febbraio (Lazzeroni)

Milano, 14 febbraio 2020 - Uno sconto in famiglia per assicurare, con la stessa e più conveniente classe di merito della Rc auto, tutti i veicoli a due e a quattro ruote arrivando a risparmiare anche mille euro all’anno. Sarebbe il vantaggio offerto dalla nuova polizza Rc auto familiare introdotta con il decreto fiscale collegato alla manovra e posticipata per la sua introduzione al 16 febbraio dal decreto Milleproroghe. Ma l’entrata in vigore delle norme, che amplierebbero quanto già previsto dal 2007 dalla legge Bersani, potrebbe slittare. Non solo perché il 16 cade di domenica, ma soprattutto per la forte critica delle compagnie di assicurazione (Ania), che già a dicembre avevano bocciato la Rc auto familiare e per gli aspetti tecnici, a partire dal varo del regolamento attuativo che l’Ivass, l’Istituto di vigilanza sulle assicurazioni, ha messo in pubblica consultazione il 27 gennaio.

Rc non slitta, qui gli ultimi aggiornamenti

Così nella Commissione Affari Costituzionali e Bilancio della Camera che sta esaminando il decreto Milleproroghe – e che non riuscirà come previsto ad andare oggi – sono arrivati emendamenti per prorogare l’entrata in vigore al 30 giugno (M5S), al 16 giugno (Fi e Italia Viva) e al 16 aprile (Pd). Quest’ultimo emendamento però chiede anche l’introduzione di un bonus-malus familiare: se uno dei componenti della famiglia causa un incidente, il peggioramento della classe di merito riguarderebbe tutte le polizze del nucleo. Così come è stata pensata, la Rc auto familiare, che secondo un sondaggio di Facile.it oltre 5,5 milioni di italiani ancora non hanno capito come funziona e potrebbe interessare circa 3 milioni di famiglie mentre altri 8 non ne usufruirebbero, andrebbe oltre la legge Bersani.

Legge che finora prevedeva in famiglia di poter usare la classe di merito più bassa ma solo al momento di comprare un veicolo nuovo o usato e della stessa categoria della polizza più conveniente (cioè auto con auto, moto con moto). La nuova Rc auto familiare, invece, permetterebbe di utilizzare la classe di merito più bassa in famiglia senza differenza tra veicoli e anche al momento del rinnovo di una polizza. L’unica esclusione riguarda chi ha causato un sinistro con colpa nei cinque anni precedenti. Quando si stipula una nuova polizza, le assicurazioni partono dalla classe 14 (la più cara è la 18, la meno cara è la 1).

Quindi potendo sfruttare per tutti i veicoli familiari una classe 1, secondo il monitoraggio dei premi realizzato da Facile.it, si potrebbe risparmiare fino al 53% all’anno e fino a mille euro tenendo conto che i migliori prezzi per la polizza di un’auto in classe 1 vanno dai 235 euro di Milano ai 293 di Bologna ai 329 di Firenze mentre in classe 14 si sale rispettivamente a 740, 809 e 856. Risparmi che per l’Ania sarebbero una "vittoria di Pirro" perché escluderebbero chi (famiglie o single) ha un solo veicolo, non premierebbero gli automobilisti virtuosi e provocherebbe un aumento delle tariffe interrompendo il calo di oltre il 27% dal 2012.

Il super sconto

Con la Rc auto familiare, ogni famiglia può assicurare tutti i veicoli a due e quattro ruote con la stessa classe di merito: la più conveniente presente in famiglia. Questo comporta, per un nucleo con due auto in prima classe e due scooter in quattordicesima, un risparmio intorno al 50%

Le eccezioni

Escluso dalla Rc auto familiare chi ha causato un sinistro con colpa nel corso dei cinque anni precedenti. Non ne beneficeranno, di fatto, nemmeno le famiglie che hanno un solo veicolo a disposizione e, ovviamente, quelle con più mezzi ma tutti nella stessa classe

Modificata e ampliata la legge Bersani

La vecchia norma prevedeva di poter usare la classe di merito più bassa solo al momento di comprare un veicolo e della stessa categoria della polizza più conveniente: con la nuova Rc auto cade la differenza tra veicoli, possibile beneficiarne anche al momento del rinnovo

I tempi

La Rc auto familiare dovrebbe entrare in vigore il 16 febbraio. Ma ci sono diverse proposte di proroga: 30 giugno (M5S), 16 giugno (Fi e Iv), 16 aprile (Pd). I dem chiedono anche un bonus-malus familiare: se un componente causa un incidente, il peggioramento riguarderebbe tutte le polizze

I contrari

Per l’Ania (Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici) la rc auto sarebbe "una vittoria di Pirro" con diversi aspetti negativi: escludono chi ha solo un veicolo, non premiano gli automobilisti virtuosi e provocherebbero un aumento delle tariffe

Bollo auto

"Al fine di incentivare gli investimenti delle Regioni sui propri territori" viene ripristinata la riscossione del gettito del bollo auto alle Regioni e Province autonome. Lo prevede un emendamento bipartisan al Dl Milleproroghe approvato dalle Commissioni.