Ville sul lago di Como
Ville sul lago di Como
Ville del lago di Como, resort toscani e spiagge con dimora sarde. Sono le aree sulle quali ha puntato gli occhi Warren Buffett per crescere nel mercato della case di lusso in Italia attraverso la sua società Berkshire Hathaway HomeServices in partnership con Maggi Properties. Il mattone non poteva mancare tra le attività dell’imprenditore e finanziere americano, chiamato l’oracolo di Omaha, la località del Nebraska dove è nato quasi 91 anni fa, e che sarebbe il sesto uomo più ricco del mondo con un patrimonio di 93,4 miliardi di dollari. Un patrimonio la cui costruzione era...

Ville del lago di Como, resort toscani e spiagge con dimora sarde. Sono le aree sulle quali ha puntato gli occhi Warren Buffett per crescere nel mercato della case di lusso in Italia attraverso la sua società Berkshire Hathaway HomeServices in partnership con Maggi Properties.

Il mattone non poteva mancare tra le attività dell’imprenditore e finanziere americano, chiamato l’oracolo di Omaha, la località del Nebraska dove è nato quasi 91 anni fa, e che sarebbe il sesto uomo più ricco del mondo con un patrimonio di 93,4 miliardi di dollari.

Un patrimonio la cui costruzione era cominciata all’inizio degli anni Sessanta con l’ingresso in un’azienda tessile in declino, la Berkshire Hathaway, il cui nome è oggi quello della holding a capo dell’impero. Da allora, sempre fedele alla sua filosofia (comprare ciò che è sottovalutato ma nel lungo periodo assicura margini di sviluppo) ha investito in industrie, società di servizi, energia e assicurazioni (settore dove nel 2017 per circa 115 milioni ha acquistato il 9% di Cattolica), diventando il più grande riassicuratore del mondo.

Berkshire Hathaway HomeService, con sede a Irvine in California, fa parte di HomeServices of America, la più grande società americana di intermediazione residenziale. Fondata nel 2013, conta più di 50mila agenti tra Usa, Europa e Medio Oriente. Attratto dal boom immobiliare di Milano, Buffett aveva scelto di fare dell’Italia il terzo Paese di presenza in Europa, attraverso un franchising internazionale, siglando nel 2019, dopo gli accordi con la berlinese Rubina e la londinese Kay & Co, una partnership con Maggi Properties. Maggi Group Real Estate, fondato nel 1981, opera sotto la guida del Ceo Cesare Maggi da anni nelle intermediazioni immobiliari e nella gestione attiva e strategica dei patrimoni.

Con quella professionalità, trasparenza e attenzione al cliente che, al momento della partnership, Maggi aveva definito caratteristiche comuni a quelle di Berkshire. E per questo Buffett avrebbe scelto l’agenzia con sedi a Milano e Piacenza e una forte presenza nel residenziale di lusso con la gestione negli anni di dimore come il Castello di Serravalle sulle colline bolognesi, Villa Verbena sul lago Maggiore o Palazzo Parma sulle colline emiliane. La coppia Buffett-Maggi vuole crescere, attraverso la partnership con agenzie immobiliari leader nelle loro aree di influenza. Anche perché il mercato degli immobili di lusso non sembra essere stato colpito dalla pandemia.

Solo sui laghi le compravendite sarebbero aumentate del 10%, con l’80% di stranieri mentre una villa costa da 2 a 6 milioni. Del resto, secondo Maggi, si assiste a una netta ripresa, non solo da clienti nazionali ma anche esteri (inglesi, francesi, americani, tedeschi) della richiesta di immobili di lusso in Italia, il cui valore tende a rimanere immutato nel corso del tempo, e in alcuni casi potrebbe anche salire, e che rappresentano anche un investimento con opportunità di reddito.