Dal 1° aprile, una famiglia italiana tipo si troverà a spendere in media il 3,8% in più per l’elettricità e il 3,9% in più per il gas. Nonostante il nuovo rialzo, dovuto all’aumento dei prezzi delle materie prime, la spesa annuale sarà ancora leggermente inferiore, circa 56 euro, a quella dell’anno precedente, circa 517 euro (-0,7%) per l’elettricità e circa 966 euro per il gas (-5,2%, pari a 52 euro). Andrà meglio alle pmi, grazie all’effetto ‘tagliabollette’ previsto nel Dl sostegni: 600 milioni di risparmi per una platea di circa 3,7 milioni di soggetti ad aprile, maggio e giugno. Lo sconto arriva a valere circa 70 euro al mese per un cliente con contratto con potenza di 15 kW con un risparmio fino al 70% per gli esercizi commerciali ancora costretti alla chiusura. I consumatori, però, parlano di stangata per le famiglie: "Chiediamo l’abbassamento dell’Iva al 10% sul gas sempre", dice Marco Vignola, responsabile del settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori.