Poligrafici: accordo per l'affitto di Grafica Editoriale Printing
Poligrafici: accordo per l'affitto di Grafica Editoriale Printing

Il 26 febbraio 2015 è stato sottoscritto a Loreto (AN) l’accordo per l’affitto dell’azienda Grafica Editoriale Printing S.r.l. (GEP) a Rotopress International S.r.l. (RPI). L’accordo prevede il passaggio a RPI di n. 48 dipendenti sui n. 67 attuali di GEP. La durata dell’affitto è prevista in tre anni ed avrà, principalmente, come oggetto i moderni impianti di stampa, ubicati in Bologna, costituiti da una rotativa a 64 pagine KBA Commander CT e una rotativa a 48 pagine KBA Commander T.

Il canone di affitto partirà da un importo di 1.5 milioni di euro, nel primo anno, per arrivare a 1,8 milioni di euro il terzo anno e al termine del suddetto periodo la RPI  potrà esercitare un’opzione di acquisto dell’azienda ad un prezzo determinato sulla base del valore netto contabile dei beni concessi in affitto (19,3 milioni di euro) al netto dei canoni pagati fino al momento dell’esercizio del diritto di opzione e dei debiti relativi al personale dipendente.

Grafica Editoriale Printing S.r.l. è una società, controllata al 100% da Poligrafici Editoriale S.p.A. indirettamente tramite la Poligrafici Printing S.p.A., che svolge l’attività di stampa per conto terzi di: periodici, libri, pieghevoli e brochure commerciali per la grande distribuzione, nonché cataloghi e altri stampati di alta qualità. I principali clienti sono rappresentati da operatori della grande distribuzione, editori di testate periodiche e tour operator. La società ha sede a Bologna all’interno del complesso immobiliare industriale di proprietà di Poligrafici Editoriale S.p.A..

Rotopress International S.r.l. è una società specializzata sia nella stampa di quotidiani per conto terzi  (tra cui il Resto del Carlino, Corriere Adriatico, il Corriere dell’Umbria e il Giornale dell’Umbria più altri 4 quotidiani minori) sia nella stampa commerciale di riviste, periodici, cataloghi e prodotti commerciali di larga diffusione per GDO e free press. I principali clienti sono rappresentati da editori di quotidiani, committenti di produzioni commerciali, editori di testate periodiche e tour operator. La società ha sede a Loreto (AN) all’interno del complesso immobiliare industriale della Pigini Group S.r.l.. RPI è partecipata al 33% da Poligrafici Printing S.p.A. mentre il rimanente 67% è riconducibile al Gruppo Pigini, attraverso le società Tecnostampa S.r.l. (30%), Piginigroup S.p.A. (19%) e Camorfin S.r.l. (18%). 

Andrea Riffeser Monti, Amministratore Delegato di Poligrafici Editoriale S.p.A., ha dichiarato: "L’accordo fortifica gli ottimi rapporti con il Gruppo Pigini che dal 2002 rappresenta il migliore partner industriale nella stampa di quotidiani del nostro Gruppo. Auspico che nel breve termine si possa raggiungere l'integrazione tra le due realtà industriali per assicurare il miglior futuro possibile a RPI-GEP e ai loro dipendenti. Tutto ciò rappresenta un passo fondamentale nella implementazione del piano industriale del Gruppo Poligrafici che mira nel breve termine, con i quotidiani QN il Resto del Carlino, QN La Nazione e QN il Giorno a raggiungere il vertice dell’editoria italiana in un contesto che vede avvicinarsi la partenza dell’EXPO 2015 e che conferma, soprattutto, l’importanza dei giornali indipendenti e con forte radicamento locale" .

Giuseppe Casali, Amministratore Delegato di Rotopress International S.r.l. ha aggiunto che: "Da anni le società riconducibili al Piginigroup Printing Division hanno posto in essere una serie di iniziative per l’acquisizione di società e di attività nel mondo della carta stampata, per offrire ai propri Clienti le migliori soluzioni e i più qualificati servizi di stampa; inoltre l’espansione garantirà una maggior efficienza grazie alle sinergie che si potranno creare nelle aree acquisti, logistica e amministrazione. In un contesto che vede prezzi sempre più "aggressivi" si potrà ottenere, di conseguenza, un abbattimento delle spese generali e dei costi diretti. L’operazione portata a termine con GEP è sicuramente una delle iniziative più importanti sia in termini di valore che di immagine per il gruppo Pigini e potrà diventare una storia di successo grazie anche ai manager di provata esperienza che si è deciso di mettere a disposizione di questo progetto; alcuni dirottandoli dalle attuali aree di coinvolgimento, altri assunti recentemente alla luce di questo progetto".