È online la Scuola di Formazione Dussmann Service, uno strumento innovativo, pratico e flessibile che ha l’obiettivo di raggiungere in modo tempestivo e capillare tutti i dipendenti Dussmann con corsi di formazione specifici per ogni professione. La piattaforma di e-learning aziendale, realizzata da InRebus, società leader di mercato nella creazione di contenuti formativi e nello sviluppo della piattaforma web di fruizione, diventa il fulcro delle attività di formazione. Ogni singolo corso, regolarmente retribuito al lavoratore, prevede il rilascio di un attestato di partecipazione e talvolta anche il superamento di un test finale per garantire il corretto apprendimento delle discipline.

Dussmann Service ha sempre avuto a cuore la formazione dei propri dipendenti, con un percorso che si è evoluto nel corso degli ultimi anni. Se le ore di formazione erogate nel 2018 sono state complessivamente 106.276, nel 2019 sono salite a 156.623, e con la nuova piattaforma è possibile un ulteriore incremento. È pur vero che il personale è aumentato: oggi in totale i dipendenti sono 16.940 di cui 12.051 donne e 4.889 uomini con una media di anzianità aziendale di circa 5 anni. Il primo corso disponibile è quello di formazione generale per la prevenzione degli infortuni e la tutela della salute a cui seguiranno durante le settimane successive i corsi “Formazione specifica per la Prevenzione degli infortuni e tutela della salute”, “Igiene degli alimenti”, “Autocontrollo” e “Diete Speciali”.

La piattaforma e-learning verrà implementata e arricchita anche con corsi di formazione tecnica e manageriale e diverrà uno strumento di supporto e sostegno alla formazione in presenza che continuerà a essere erogata nelle aule di formazione aziendali. Il tema della formazione riscuote ancora più attenzione rispetto al passato, vista l’emergenza sanitaria. Ristorazione collettiva e servizi di pulizia e sanificazione sono settori che coinvolgono un gran numero di lavoratori che meritano tutele e conoscenza di rischi e procedure corrette per evitare pericoli per sé e garanzia di alto livello qualitativo dei servizi erogati. A tal fine è attiva sin da marzo una copertura assicurativa.