Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Economia Sport Motori Tech Magazine Salute

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Pensioni, Salvini: "Rispetteremo quota 100 per chi ne ha diritto"

Il ministro dell'Interno sulla manovra: "Rispetteremo tutti i vincoli"

Ultimo aggiornamento il 5 settembre 2018 alle 00:31
Matteo Salvini al termine del vertice a Palazzo Chigi (Ansa)

Roma, 4 settembre 2018 - Messaggio rassicurante sulla manovra da parte di Matteo Salvini, che al termine del vertice a Palazzo Chigi su Libia e migranti chiarisce, a proposito del possibile sforamento del tetto del 3% del rapporto deficit-Pil: "Vedremo di rispettare tutte le regole tutti i vincoli e tutti gli impegni presi: si può fare far crescere questo paese e far star meglio gli italiani senza irritare coloro che ci osservano dall'alto. Vedremo di essere bravi e convincenti". Il vicepremier e ministro dell'Interno assicura che verrano allo stesso tempo verrano rispettati gli "impegni presi con gli italiani". In primis quello sulle pensioni e sulla quota 100 "per mandare in pensione chi ne ha diritto e dare posti di lavoro ai giovani". 

A proposito di costi della prossima manovra, Salvini ha risposto ai cronisti: "Stiamo facendo i conti". Intanto domani sul tema è previsto un vertice di maggioranza a palazzo Chigi tra il premier Giuseppe Conte, lo stesso Salvini, l'altro vicepremier Luigi Di Maio, il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, e il sottosegretario Giancarlo Giorgetti.

Questa mattina il leader della Lega ha riunito al Viminale i responsabili economici del partito per fare il punto in vista della legge di Bilancio. Da cui è uscito un messaggio rassicurante ai mercati fissando il deficit sotto la soglia del 3%, a un livello di poco superiore al 2%. Un obiettivo in grado di assicurare quel margine di manovra che consenta di avviare nella legge di Bilancio le misure da realizzare nell'arco della legislatura. Intanto oggi si è registrata una chiusura in calo dello spread tra Btp e Bund tedesco segnando 265,4 punti rispetto ai 276 dell'avvio di giornata. Il rendimento del titolo decennale italiano è sceso al 3,07%.

Ma le parole di Salvini non bastano a tranquillizzare l'Europa. Secondo il Commissario europeo responsabile del Bilancio, Guenther Oettinger, l'Unione Europea corre "un pericolo mortale" e il governo in Italia vuole "indebolire o distruggere" l'Europa. "A mio avviso, il progetto corre un pericolo mortale", ha spiegato Oettinger, secondo quanto riporta Politico.Ue durante un incontro organizzato da un'associazione di organizzazioni di beneficenza tedesche a Bruxelles.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.