22 mar 2022

Pensioni, cambiano i giorni di pagamento in Posta. Perché e quando ritirare i soldi

Da aprile, con la fine dello stato di emergenza per il Covid, ci saranno alcuni cambiamenti

Germogli Ph 02/08/2007 Empoli Conferenza stampa Inps
Inps (Foto Germogli)

Non più scaglionati su vari giorni per ordine alfabetico. Le pensioni, in Posta, torneranno a essere pagare (tutte insieme) il primo giorno del mese.

Le novità

A seguito della cessazione dal 31 marzo prossimo dello Stato di emergenza per il Covid-19, Poste Italiane comunica che a partire dal mese di aprile sarà ripristinato il normale calendario di pagamento delle pensioni.

Ordine alfabetico

Il provvedimento di scaglionamento per ordine alfabetico era stato adottato proprio per evitare che i pensionati si riversassero tutti lo stesso giorno agli sportelli postali per ritirare la pensione, creando assembramenti.

Come incassare la pensione

Per i pensionati titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution le pensioni torneranno ad essere accreditate regolarmente dal primo giorno del mese. Sempre da venerdì 1° aprile, inoltre, i titolari di carta Postamat, Carta Libretto o di Postepay Evolution potranno prelevare la pensione in contanti dagli 8000 ATM Postamat in Italia, senza bisogno di recarsi allo sportello.

Allo sportello

Resta comunque il consiglio di Poste di continuare a seguire la turnazione per ordine alfabetico che veniva osservata durante l'emergenza Covid. Tutti quelli che intendono ritirare la pensione in contanti allo sportello potranno presentarsi in uno dei 12.800 Uffici Postali su tutto il territorio nazionale dall'1 al 6 aprile, preferibilmente secondo la turnazione alfabetica affissa all'esterno di ciascun Ufficio Postale. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.poste.it o contattare il numero verde 800 00 33 22.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?