Incontro al vertice tra la dirigenza dell’Abi e il commissario europeo per discutere la situazione del sistema bancario italiano in tempi di pandemia. Il presidente dell’Abi, Antonio Patuelli (nella foto), accompagnato dal direttore generale Giovanni Sabatini, ha incontrato ieri il commissario europeo all’Economia, Paolo Gentiloni, per illustrare gli sforzi del mondo bancario in Italia per la resistenza alle conseguenze economiche della pandemia e per sostenere ogni premessa di ripresa. Patuelli ha illustrato al Commissario europeo Gentiloni come il prolungamento e l’aggravamento della pandemia debbano far prolungare "i provvedimenti finanziari d’emergenza predisposti per imprese e famiglie".

Patuelli ha, quindi, chiesto che la Commissione Europea si esprima a favore del "prolungamento delle moratorie che sarebbe sbagliatissimo dovessero già interrompersi a giugno, quando la pandemia ed i suoi effetti economici non saranno certo conclusi.

Patuelli e Sabatini hanno fatto inoltre presente che nei giorni scorsi la presidente della Banca Centrale Europea, Christine Lagarde, e la Banca d’Italia si sono pubblicamente espresse a favore del prolungamento delle moratorie, la cui decisione spetta agli organi dell’Unione Europea, fra cui l’EBA, l’Autorità bancaria che dispone le regole per tutta l’Europa sia di area euro, sia con monete nazionali".