31 mar 2022

Cartelle di pagamento: si torna alla normalità. Scadenza a 60 giorni dalla notifica

Dopo la sospensione e il successivo prolungamento a 180 giorni. Tutte le regole

Venerdì 1° aprile non segnerà solo la fine dello stato di emergenza. In calendario, infatti, è stata inserita una "scadenza" che rischia di essere assai meno gradita agli italiani. Stiamo parlando delle cartelle esattoriali inviate dall'Agenzia delle Entrate Riscosssione: da domani, infatti, si tornerà alla normalità, come da aggiornamento del sito informazionefiscale.it. Bisognerà pagare entro 60 giorni dall'avvenuta notifica. Nessuna proroga, quindi, per la normativa che dall'inizio di settembre dell'anno scorso, il 2021, aveva concesso ai contribuenti un termine più lungo di 180 giorni. E' un ritorno ai termini applicati precedentemente all'emergenza pandemica: il "dilazionamento" dei tempi era stato previsto prima dal Decreto fiscale, successivamente dalla Legge di Bilancio.  Cartelle di pagamento Le misure applicate durante la pandemia Ritorno alla normalità Modifiche al modello di cartella Cartelle di pagamento Le cartelle di pagamento vengono inviate ai contribuenti che risultino essere debitori di qualche ente creditore, sia la stessa Agenzia delle Entrate siano altri istituti o enti locali. Vengono inviate dall'Agenzia delle Entrate Riscossione (l'ex Equitalia). L'atto spedito ai debitori contiene tutte le informazioni riguardanti le possibili modalità di pagamento (la spesa può essere rateizzata), le somme dovute e i termini entro cui bisogna saldare il corrispettivo dovuto.  Le misure applicate durante la pandemia I governi che si sono succeduti alla guida dell'Italia in questi oltre due anni di convivenza con la pandemia di Covid-19 hanno applicato una serie di provvedimenti per ridurre il "carico" fiscale agli italiani, in particolare lavoratori e titolari di attività nei comparti più in difficoltà a causa delle restrizioni ordinate con l'obiettivo di contenere il contagio.  Il prolungamento dei termini di pagamento a sei mesi deciso nel settembre del 2021 seguiva la sospensione dei pagamenti adottata dall'8 marzo 2020 al 31 agosto ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?