Lunedì 15 Luglio 2024

La Camera riapre al nucleare. “Inserirla nel mix energetico come fonte pulita”

La mozione di maggioranza approvata a Montecitorio impegna il governo a valutare le opportunità. Favorevole anche il Terzo Polo

Olkiluoto 3, in Finlandia, è il reattore nucleare più potente d'Europa. E' entrato in funzione ad aprile 2023

Olkiluoto 3, in Finlandia, è il reattore nucleare più potente d'Europa. E' entrato in funzione ad aprile 2023

Roma, 9 maggio 2023 – L’Italia riapre ufficialmente le porte al nucleare. O meglio, “a valutare l'opportunità di inserire nel mix energetico nazionale anche il nucleare quale fonte alternativa e pulita per la produzione di energia”, al fine di accelerare il processo di decarbonizzazione dell'Italia. E’ il passaggio chiave della mozione di maggioranza, approvata questa mattina dalla Camera. prima firma di Alessandro Cattaneo di Forza Italia, ma appoggiato anche dal Terzo Polo (che nella propria mozione aveva inserito un riferimento allo sviluppo della fissione).

Non è l’unico impegno che il Parlamento chiede al governo con questa mozione: c’è anche quello di partecipare attivamente, in sede europea e internazionale, “a ogni opportuna iniziativa, sia di carattere scientifico che promossa da organismi di natura politica, volta ad incentivare lo sviluppo delle nuove tecnologie nucleari destinate alla produzione di energia per scopi civili” nonché ad adottare iniziative volte ad includere la produzione di energia atomica di nuova generazione all'interno della politica energetica europea.

“La ricerca e la sperimentazione in questi ultimi decenni hanno fatto passi enormi. Il nucleare di quarta generazione, secondo gli scienziati, è sicuro quanto pulito” affermano Gilberto Pichetto Fratin e Vannia Gava, ministro e viceministro dell'Ambiente e della sicurezza energetica, “Ringraziamo l'intero Parlamento, maggioranza e opposizione, per aver mantenuto l'impegno di confrontarsi sul tema dell'energia nucleare e di aver dato un preciso indirizzo al Governo. Ci confronteremo ora con i partner europei e valuteremo, con la massima attenzione, come inserirlo nel mix energetico nazionale dei prossimi decenni con l'obiettivo di raggiungere, anche con il contributo dell'energia nucleare, gli obiettivi di decarbonizzazione stabiliti dall'Unione Europea, sino a quello finale della neutralità climatica del 2050”.