"Siamo contrari alla fusione con Unicredit: non è sostenibile che il dossier Monte Paschi di Siena, partecipata pubblica al 64%, venga indirizzato con una vendita o una scissione verso un’unica controparte bancaria inequivocabilmente associata alla figura di Pier Carlo Padoan, componente del Cda e presidente designato di Unicredit, ex ministro dell’Economia ed ex deputato. Oltre ad opporci ad ogni regalo bancario, annotiamo il rischio di un clamoroso conflitto di interessi che va scongiurato in tutti i modi". Lo dichiarano i deputati del MoVimento 5 Stelle in commissione Finanze. "Qualsiasi operazione privilegiata che coinvolga ministeri ed aziende, in questi casi, dev’essere guardata con attenzione".