Amazon è stata multata per 746 milioni di euro in Lussemburgo per non aver rispettato le regole Ue sulla privacy degli utenti di Internet. L’autorità lussemburghese per la protezione dei dati (Cnpd) "afferma che il trattamento dei dati di Amazon non ha rispettato le norme dell’Unione europea sulla protezione" degli stessi, ha riferito Amazon definendo la condanna "infondata". "Siamo fortemente in disaccordo con la sentenza dell’Autorità e intendiamo presentare ricorso", spiega la società. "La decisione relativa al modo in cui mostriamo ai clienti pubblicità rilevante, si basa su interpretazioni soggettive e inedite della normativa europea sulla privacy e la sanzione proposta è del tutto sproporzionata anche rispetto a tale interpretazione", aggiunge il gruppo.