La gara per il marchio Alitalia è stata un flop. L’asta per il brand, per la quale era stata fissata una base pari a 290 milioni di euro, è andata deserta. La cifra era già stata definita dal presidente esecutivo di Ita, Alfredo Altavilla, "irrealistica". Adesso si passerà ad una seconda fase, che aprirà ad offerte più basse, ma se anche in questo caso non dovesse venir fuori un acquirente, l’offerta per il brand diventerà libera.

Intanto, la nuova compagnia Ita avvia le vendite dei biglietti per i voli diretti negli Stati Uniti. Per la viceministra dell’Economia Laura Castelli la partenza della nuova compagnia è confermata per il 15 ottobre.