"Con riferimento al comunicato stampa di Seci Spa dell’8 marzo, ripreso da alcuni titoli di stampa aventi ad oggetto Seci e la famiglia Maccaferri, gli obbligazionisti del prestito Seci smentiscono di aver ricevuto, da parte di Seci, alcuna nuova richiesta di proroga del termine di rimborso del prestito al giugno 2028 dopo quella già concessa dal 30 gennaio 2024 al 30 gennaio 2026.

Gli obbligazionisti smentiscono di aver concluso alcun accordo con altri soggetti coinvolti. Gli obbligazionisti confermano di essere pronti a supportare la soluzione migliore, tra quelle disponibili, nell’interesse dei dipendenti e dei creditori della società".