Enel chiude il primo semestre con ricavi per 33,375 miliardi, in calo del 18,5% rispetto allo stesso periodo del 2019 per effetto delle minori quantità di energia elettrica venduta in Italia e Spagna causa Covid e per le minori attività di trading. L’utile netto ordinario si attesta a 2,405 miliardi (+5,6%) mentre il risultato netto di gruppo è pari a 1,947 miliardi (-12,1%). L’indebitamento finanziario netto sale a 50,411 miliardi. Il gruppo conferma la politica dei dividendi lungo l’arco temporale del piano, con un tasso annuo di crescita dell’8,6%. (Nella foto l’ad Francesco Starace)