Navigator, il sito dell'Anpal e la pagina per candidarsi
Navigator, il sito dell'Anpal e la pagina per candidarsi

Roma, 23 aprile 2019 - Quasi 17mila candidati (per la precisione 16.773) per i 3 mila posti da navigator, la figura che dovrà supportare i richiedenti del reddito di cittadinanza. Sono i dati comunicato da Anpal che fanno rifeimento alle 2 di questa notte. A guidare la classifica regionale delle candidature la Sicilia - con 2.477 candidati - subito davanti la Campania (2.475), seguite poi dal Lazio con 2.236, la Puglia con 2.004 e la Calabria, dove i candidati a oggi sono 1.497. Gli aspiranti navigator posseggono soprattutto la laurea in Giurisprudenza (5.781). Seguono Scienze economico-aziendali (2.521) Le candidature possono essere inviate entro 12.00 dell'8 maggio 2019. La domanda per la prova di selezione va inoltrata sul sito http://selezionenavigator.anpalservizi.it.

Lo stipendio e la durata del contratto

L'incarico di collaborazione avrà durata fino al 30 aprile 2021 e un compenso lordo annuo pari a euro 27.338,76 oltre euro 300 lordi mensili a titolo di rimborso forfettario delle spese per l'espletamento dell`incarico, quali spese di viaggio, vitto e alloggio.

I requisiti per la domanda

Tra i requisiti di accesso le lauree magistrali o specialistiche, ovvero diploma di laurea secondo il "vecchio ordinamento". Bisognerà essere laureato in scienze dell'economia, scienze della politica, scienze delle pubbliche amministrazioni, scienze economico-aziendali, servizio sociale e politiche sociali, sociologia, scienze dell'educazione, psicologia, giurisprudenza, teoria e tecniche della normazione e dell'informazione giuridica e scienze pedagogiche. Nella domanda deve essere specificata la provincia per la quale ci si intende candidare e non è possibile presentare più di una candidatura. I candidati devono essere cittadini italiani o di un paese europeo o con un regolare permesso di soggiorno per lavoro.

La prova di selezione

Accederanno alla selezione al massimo 20 candidati per ogni posizione. Quindi se ipoteticamente dovessero arrivare 100.000 domande saranno comunque scelti i primi 20 candidati per ogni posizione in ogni provincia sulla base del voto di laurea (ad esempio a Napoli con 274 navigator previsti potranno accedere alla prova al massimo 5.480 persone). Potrebbero esserci delle province nelle quali le richieste non raggiungeranno le venti candidature per ogni posizione quindi è possibile che la selezione riguardi meno di 60.000 persone. La prova di selezione che dovranno affrontare gli aspiranti navigator consiste in un test con domanda a risposta multipla costituito da 100 domande alle quali rispondere in 100 minuti su cultura generale, logica, informatica, politiche del lavoro, reddito di cittadinanza, contratti, istruzione e formazione, regolamento del mercato del lavoro, economia aziendale e test psicoattitudinali. Si supera la prova con una votazione pari a 60/100. La graduatoria è su base provinciale.