Il gruppo Monrif chiude i primi nove mesi dell’anno con ricavi consolidati pari a 106,5 milioni di euro, dai 128,4 milioni dell’analogo periodo del 2019, e una perdita di 7,8 milioni. I costi operativi e del lavoro sono in riduzione del 16,2%. Il margine operativo lordo consolidato è positivo per 3,9 milioni. I ricavi editoriali, con un giro d’affari di 63,4 milioni,...

Il gruppo Monrif chiude i primi nove mesi dell’anno con ricavi consolidati pari a 106,5 milioni di euro, dai 128,4 milioni dell’analogo periodo del 2019, e una perdita di 7,8 milioni. I costi operativi e del lavoro sono in riduzione del 16,2%. Il margine operativo lordo consolidato è positivo per 3,9 milioni. I ricavi editoriali, con un giro d’affari di 63,4 milioni, registrano una diminuzione di 5,2 milioni. Aumentano le vendite di copie digitali: +15,8%. QN Quotidiano Nazionale, fascicolo sinergico di informazione e cronaca nazionale de il Resto del Carlino, La Nazione e Il Giorno, si conferma tra i primi quotidiani in Italia per copie medie giornaliere vendute in edicola (fonte ADS settembre 2020) e uno dei primi giornali generalisti cartacei più letti, con una media giornaliera di 1,6 milioni di lettori (dati Audipress 2020II). I ricavi di prodotti collaterali risultano pari a 1,2 milioni.

I ricavi pubblicitari totali, 30,2 milioni, sono in calo del 14,9%. Nel dettaglio, la raccolta nazionale sui quotidiani del gruppo evidenzia un calo del 6,5%, -19,8% quella locale. Tali dati si confrontano con un mercato pubblicitario che registra un calo progressivo a settembre del 19,8%, -22,1% nella raccolta nazionale e -27,9% nella locale.

La raccolta pubblicitaria online, pari a 3,4 milioni, registra un incremento del 5,2%, a fronte di un mercato che cala del 7,1%.

I ricavi per servizi alberghieri sono in calo a 3,5 milioni. I ricavi della stampa conto terzi sono pari a 2,8 milioni, sostanzialmente in linea. Gli altri ricavi sono pari a 5,4 milioni, in linea col 2019.

Il cda ha quindi preso atto delle linee guida del piano di trasformazione digitale che si sta elaborando e che dovrà portare il Gruppo Monrif, storicamente posizionato tra i leader nel mercato dell’informazione su carta, "alla conquista di una leadership anche in ambito digitale".