Mercoledì 17 Luglio 2024

Transizione possibile. Con Plug & Charge ricarica senza la card

Un punto di ricarica Plug & Charge ready

Un punto di ricarica Plug & Charge ready

Una progressione importante, non solo con le auto. Il processo di transizione energetica di Hyundai in Europa passa per il potenziamento, decisivo, di servizi e infrastrutture. Il viaggio che ha come primo alfiere su strada la originale Ioniq 5 fa parte della visione che il Gruppo chiama ’Progress for Humanity’. Un percorso a tappe, che nel 2023 presenta nel Vecchio Continente una gamma che offre per l’80% una motorizzazione elettrificata, ovvero ibrida o al 100% a batterie.

Per il 2025 la quota salirà al 100% e per il 2035, in linea con il progetto della UE, il gol sarà quello di offrire solo vetture a zero emissioni. Il cammino dovrà essere accompagnato da una evoluzione delle infrastrutture e dei servizi, per rendere sereni e sicuri i viaggi. Hyundai da tempo sta sviluppando sinergie con i fornitori di energia in Europa. La ricarica ultra-veloce possibile grazie alla architettura a 800 V di Ioniq 5 e 6 permette, dalle colonnine HPC recuperare l’80% della autonomia in 18 minuti.

Dove presenti i punti di ricarica Plug & Charge ready, ad esempio nelle stazioni Ionity, la nuova Ioniq 6 dispone della funzione omonima. la colonnina in questione ’riconosce’ la vettura e il pieno di elettroni può essere fatto senza carta o altro, l’addebito è automatico: basta collegare il cavo.