Una delle sedi americane di Microsoft
Una delle sedi americane di Microsoft

Un valore di mercato che supera la cifra enorme di due trilioni di dollari (un trilione è 10 elevato alla 18) e un guadagno superiore del 19% rispetto allo scorso anno. Sono questi i numeri – decisamente positivi – che può vantare Microsoft secondo le ultime stime rivelate da Bloomberg.

I punti di forza del gigante del software

Il traguardo raggiunto dall’azienda di Redmont, seconda company americana dopo Apple a raggiungere un valore di mercato così alto, è dovuto principalmente a due fattori: il dominio sul cloud computing e la vendita di software aziendale – Windows e il pacchetto Office su tutti - da sempre fiore all’occhiello di Microsoft.
Un’ascesa continua guidata dal nuovo CEO Satya Nadella, succeduto nel 2014 a Steve Ballmer e capace di rimodellare la società fondata da Gates puntando forte sulle nuove tecnologie come il cloud e un’infrastruttura capillare che offre servizi in tutto il mondo.

Le altre aziende che possono ambire ai 2 trilioni di valore

Se la società fondata da Bill Gates, come detto, è la seconda della storia, dopo Apple, a sfondare il tetto dei due trilioni di dollari di valore di mercato, ci sono altre aziende a stelle e strisce che possono aspirare all’ambito traguardo. Quella più vicina è naturalmente Amazon. La creatura di Jeff Bezos ha una capitalizzazione di mercato di quasi 1,8 trilioni di dollari. Buone speranze anche per Alphabet Inc, la holding che controlla Google, che ha un valore di circa 1,6 trilioni di dollari.
Fuori dagli States da segnalare Saudi Aramco, la compagnia nazionale saudita di idrocarburi: il suo valore è di 1,9 trilioni di dollari.