7 mar 2022

Metano choc, "anche 4 euro al chilo. Prevedibili chiusure di impianti"

Federmetano: "Il nostro pacchetto di richieste al governo è stato ignorato". Un operatore: "Verso la riduzione degli orari di apertura"

featured image
Metano auto, prezzi alle stelle

Roma, 7 marzo 2022 - Metano auto, sullo sfondo la guerra in Ucraina. Ora i prezzi superano anche “i 4 euro al chilo. Qualche distributore, è fuori discussione, dovrà chiudere. Ma questo si sta verificando da settembre, ci sono già state chiusure temporanee. Da allora abbiamo proposto al governo un pacchetto di misure che non è mai decollato, a partire dall’Iva al 5%“.

Prezzo del gas, Federmetano: "Valori mai visti, ecco perché. Impossibile fare previsioni"


A parlare è Dante Natali, presidente di Federmetano, l’associazione che rappresenta il 30% dei 1.500 rivenditori di metano per auto in Italia.
Prezzi folli e settore allo stremo. Già a dicembre Natali aveva denunciato le tensioni internazionali che si scaricavano sul settore. Il colpo di grazia è stato il conflitto. Ecco le voci che gli arrivano dagli associati: “Impossibile continuare a lavorare in queste condizioni“, anche perché “così non abbiamo clienti“. Sono ormai decine i punti vendita con prezzi superiori ai 3 euro al chilo. 
Natali rimette in fila le urgenze. "Da mesi - ricorda - paventiamo difficoltà enormi.  E da mesi presentiamo una lista di richieste". In sintesi: Iva agevolata al 5% applicata anche all’uso autotrazione con la possibilità di traslare questo beneficio all’utenza finale, possibile riduzione degli oneri di sistema e richiesta al Comitato Gestione Fondo Bombole Metano di mettere all’ordine del giorno uno slittamento/riduzione degli oneri del contributo previsto, al fine di consentireulteriori sgravi per l’utenza. Così nel pacchetto presentato a ottobre.  

E ora? "Ora valutiamo di ridurre gli orari di apertura", sospira sconsolato un operatore che preferisce rimanere anonimo.  Fa notare: "È quel che succede già per edilizia, acciaio, ceramiche. Ci dovremo adeguare anche noi".

Trasporto autobus

Pesantissime poi le ripercussioni dei prezzi del gasolio sul settore dell'autotrasporto. I rincari determineranno "un maggior costo per le aziende dell’intero settore del trasporto di passeggeri con autobus di circa 300 milioni di euro su base annua, una situazione assolutamente insostenibile", afferma  il presidente di Anav, Giuseppe Vinella, l’associazione di Confindustria che rappresenta i comparti del trasporto con autobus. Il gasolio, sottolinea, costituisce "di gran lunga la seconda voce di costo per le aziende dopo quella del personale ed è quindi necessario che governo e parlamento adottino nell’ambito del prossimo provvedimento sull’energia anche specifiche misure per il contenimento del costo del gasolio professionale per le aziende del settore".

Il trasporto di passeggeri con autobus (trasporto pubblico locale, autolinee commerciali, noleggio autobus con conducente), evidenzia l’Anav, "è un settore a bassissima impronta ambientale e assolutamente centrale nel processo di decarbonizzazione della mobilità motorizzata privata, che nel suo complesso impegna 6.000 aziende, con 120.000 addetti e 70.000 autobus, che sviluppano servizi di trasporto collettivo per circa 2 miliardi di km annuali, con il doppio dei passeggeri trasportati rispetto alla modalità ferroviaria". Per queste ragioni "è necessario che le auspicate misure di contenimento dei prezzi dei prodotti energetici tengano conto della loro incidenza nei singoli settori industriali maggiormente esposti. Bene quindi interventi mirati su metano ed energia elettrica - conclude Vinella - le famiglie e le imprese ne hanno assoluta necessità, ma è altrettanto fondamentale attenzionare il vertiginoso incremento di costo del gasolio che rischia di mettere in ginocchio le aziende del trasporto passeggeri con autobus, e la stessa erogazione del servizio, già duramente provate nell’ultimo biennio dalle misure di contenimento della pandemia". 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?