Negli Stati Uniti l’occupazione ad agosto procede peggio del previsto. Nel mese scorso in Usa è stato registrato un aumento al di sotto delle attese e un calo della disoccupazione in linea con le previsioni e al livello più basso dall’inizio della pandemia. Ad agosto, sono stati guadagnati 235mila posti di lavoro rispetto al mese precedente (gli analisti attendevano un aumento di 720mila posti). La disoccupazione è scesa dal 5,4% di luglio al 5,2%. Nel settore privato, ad agosto, l’occupazione è aumentata di 243mila unità mentre quella nel settore federale è diminuita di 8mila unità. I salari orari medi sono invece aumentati dello 0,56% (0,17 dollari) a 30,73 dollari; rispetto a un anno prima, sono aumentati del 4,28%. In media la settimana lavorativa è rimasta invariata: 34,7 ore, mentre la partecipazione della forza lavoro è stata pari al 61,7% a 1,7 punti percentuali di distanza dai livelli del febbraio 2020, prima dell’inizio della pandemia di coronavirus.