Stellantis ha comunicato che la produzione a Melfi riprenderà il 13 settembre e non il 6 come da calendario. Lo dichiara la Fim Cisl, aggiungendo che l’azienda ha confermato ai sindacati che il ritardo è giustificato dalla mancanza di semiconduttori sui mercati internazionali. Stellantis (in foto il ceo Tavares) ha specificato che la produzione prevista per settembre, compresa quella dell’avvio impianti di questi giorni, sarà di circa 8 mila vetture con 56 giorni lavorativi. Cessa pertanto il ricorso ai contratti di solidarietà, ritenuti poco efficaci in questa situazione, ma resta confermato integralmente l’accordo del 25 giugno 2021.