Esselunga (nella foto la presidente Marina Caprotti) ha realizzato, nel primo semestre del 2021, vendite per 4,332 miliardi di euro (+6,7%). La crescita è stata anche influenzata dalle limitazioni alla mobilità legate al Covid19, che avevano penalizzato il primo semestre 2020. I prezzi a scaffale hanno registrato un calo dell’1,7%. È stata mantenuta la convenienza relativa nei prezzi di vendita con 2,6 punti percentuali sotto la media del mercato nazionale. L’utile netto ammonta a 221,1 milioni (5,1%) rispetto a 128,5 milioni (3,2%) del semestre 2020 (+72%). Gli investimenti sono stati pari a 180,3 milioni.