Scontrini fiscali (Ansa)
Scontrini fiscali (Ansa)

Roma, 30 novembre 2020 - Al via la lotteria degli scontrini, una delle misure che il governo ha studiato per incentivare l'uso dei pagamenti elettronici e combattere l'evasione fiscale, attraverso la possibile vittoria di premi settimanali, mensili e annuali. Da domani ci si potrà registrare sul sito e cominciare ad 'accumulare' numeri validi per partecipare, ma solo a gennaio ci sarà la prima vera estrazione

Come funziona e come registrarsi

Sull'apposito sito www.lotteriadegliscontrini.gov.it sarà possibile immettere il proprio codice fiscale già da domani (1° dicembre) per ottenere il 'codice lotteria', (un codice alfanumerico di 8 cifre e codice a barre) da presentare in cassa a ogni pagamento per partecipare alle estrazioni. Il codice va stampato o memorizzato sul proprio smartphone.
Ogni volta che si fa un acquisto, il cliente deve chiedere al negoziante di scansionare con il lettore ottico il proprio codice lotteria: un po' come succede con la tessera sanitaria, la spesa viene associata univocamente al consumatore. Ogni scontrino, poi, genera un numero di “biglietti virtuali” della lotteria pari a un biglietto per ogni euro di spesa, con un arrotondamento se la cifra decimale supera i 49 centesimi (per esempio, con 1,50 euro si ottengono due biglietti). Maggiore è l’importo speso, più alto sarà il numero di biglietti associati che vengono emessi, fino a un massimo di 1.000 biglietti per acquisti di importo pari o superiore a 1.000 euro.

Va conservato lo scontrino?

No, una volta che ci si è registrati, non occorre conservare gli scontrini sia per partecipare alla lotteria sia per riscuotere i premi (conviene custodire gli scontrini solo a fini di garanzia, cambio merce e simili).

Chi può partecipare?

Possono partecipare alla lotteria tutti i maggiorenni residenti in Italia, che acquistano beni o servizi da esercenti che trasmettono telematicamente i corrispettivi.

Acquisti online e farmaci esclusi dalla lotteria

Non partecipano alla lotteria degli scontrini gli acquisti on line e quelli effettuati nell’esercizio di attività d’impresa, arte o professione. Inoltre, sono esclusi dalla lotteria i farmaci registrati sulla tessera sanitaria e le spese veterinarie, quelli documentati con fatture elettroniche né ulteriori acquisti o servizi per i quali si può usufruire delle detrazioni o deduzioni fiscali.

Quando si tengono le estrazioni

Si parte a gennaio con le prime estrazioni, il cui calendario sarà pubblicato sul sito dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli e sul Portale Lotteria.
Le estrazioni mensili avranno luogo ogni secondo giovedì del mese. Sempre di giovedì sono previste le estrazioni settimanali. Poi ne sarà fissata una annuale. Ogni contribuente può partecipare, con uno stesso scontrino, a una estrazione settimanale, a una mensile e a una annuale. 

Quanto si vince

La lotteria prevede premi per le estrazioni 'ordinarie' e ulteriori premi per quelle “zero contanti”, riservati ai pagamenti cashless (non in contanti). Tutti i premi della lotteria sono esentasse. La vincita è pagata dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli esclusivamente mediante bonifico bancario.
Per le estrazioni ordinarie sono previste:
- un premio da 1 milione di euro per il vincitore dell’estrazione annuale
- 3 premi da 30mila euro ciascuno per i vincitori delle estrazioni mensili
- 7 premi da 5mila euro ciascuno per i vincitori delle estrazioni settimanali.



I premi della 'zero contanti'

Chi paga con carta o bancomat concorre anche all'apposita lotteria, con premi più ricchi e che va a premiare pure l'esercente.  Si può vincere fino a 5 milioni di euro per il consumatore (e un milione per l'esercente) nella estrazione annuale. I premi mensili sono di 100mila euro per il consumatore e 20mila per l'esercente; i premi settimanali sono di 25mila per i consumatori e 5mila per gli esercenti. Naturalmente, l'Agenzia delle entrate effettuerà una verifica sul fatto che sia stato usato effettivamente un metodo di pagamento elettronico.

Come viene comunicata la vincita

I vincitori sono informati immediatamente tramite sms, e-mail o instant messaging se i relativi dettagli sono stati forniti dal consumatore nell’area riservata del Portale Lotteria. In ogni caso, chi vince riceve anche una comunicazione formale che può avvenire tramite Pec o raccomandata con ricevuta di ritorno. I premi devono essere reclamati entro 90 giorni dalla ricezione della comunicazione.