Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
20 apr 2022

Ucraina, l'Occidente promette armi e sanzioni. Ma poi si ferma davanti ai gasdotti

Vertice tra il presidente Usa e gli alleati. La settimana prossima Bruxelles decide sullo stop al petrolio

20 apr 2022
antonella coppari
Economia
featured image
Le sanzioni alla Russia
featured image
Le sanzioni alla Russia

Mentre a Mariupol tuonano le bombe russe super potenti, capaci di colpire anche i bunker più profondi, l’Occidente non è ancora capace di fare esplodere l’equivalente di quelle bombe nella guerra economica con cui spera di piegare Putin. Ieri si sono confrontati in video-conferenza per oltre un’ora il presidente americano, Biden, i leader Nato e Ue, compreso il premier Mario Draghi, ma di gas non si è parlato. Il resoconto del meeting di Palazzo Chigi non va oltre il riassunto di quanto detto nei giorni scorsi. E cioè la preoccupazione per il fatto che "sarà una lunga guerra", con tutti i rischi del caso. E l’accordo sul fatto di far scattare nuove sanzioni contro la Russia "per rafforzare la pressione sul Cremlino e accrescere l’isolamento internazionale di Mosca". Ora: fosse per Joe Biden, alzerebbe già la posta al massimo: lui quello che può fare, lo farà. Nuove armi, altre più dure sanzioni. Fosse per lui l’intera Europa avrebbe già messo l’embargo sul gas russo. "Faremo pagare pesanti costi economici a Mosca – avverte annunciando un nuovo giro di vite – il 70% dell’inflazione in questo periodo dipende dalla guerra che Putin ha scatenato. Lui ha fatto salire i prezzi ovunque". Ma c’è di mezzo il tedesco Olaf Scholz, apertamente, e anche Draghi, sia pure con la dovuta discrezione. I toni del cancelliere sono stati ieri più alti del solito, ma non al punto di rischiare la scelta che, come hanno avvertito due giorni fa industriali e sindacati uniti, sarebbe un colpo fatale per l’economia tedesca. Però sull’asse Bruxelles-Washington si è trovato l’accordo per nuove misure punitive. La proposta che la Commissione europea presenterà la prossima settimana per il sesto pacchetto di sanzioni Ue dovrebbe contenere non solo l’esclusione dal sistema Swift della Sberbank, ma anche il blocco totale dell’importazione di ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?