Mercoledì 24 Luglio 2024

Dieci borse di studio per entrare nel mondo del lavoro

Aperto il bando per la seconda edizione di iliadship: borse di studio da 15mila euro per studenti universitari, mentorship e workshop per favorire l'ingresso nel mondo del lavoro. Iniziativa per giovani talenti in discipline Stem, Scienze Sociali e Arts & Literature.

Dieci borse di studio per entrare nel mondo del lavoro

Dieci borse di studio per entrare nel mondo del lavoro

Fino al 30 settembre è aperto il bando per partecipare alla seconda edizione di iliadship, il progetto con cui Iliad sostiene la formazione dei giovani studenti universitari accompagnandoli e sostenendoli nel loro percorso di studio e di ingresso nel mondo del lavoro. Attraverso una borsa di studio da 15 mila euro ciascuna, un percorso di tutorship e mentorship, workshop formativi e tirocinio extra-curriculare, quest’appuntamento è l’occasione per creare una community e un network di giovani talenti che entrano a far parte dell’ecosistema dell’azienda. L’iniziativa si svolge in un contesto in cui l’Italia registra un tasso particolarmente basso di laureati tra i 25 e i 34 anni. Più nello specifico, dall’ultima rilevazione di Eurostat, nel 2021 in Italia i 30-34enni in possesso di un titolo di studio terziario sono il 26,8%, una percentuale nettamente inferiore alla media Ue, che raggiunge il 41,6%. Se si considerano, inoltre, le lauree in materie Stem, il nostro Paese continua ad essere indietro per numero di laureati con una media di 6,7% contro una media europea del 13%. Iliadship è l’iniziativa per gli studenti under 24, iscritti o intenzionati a iscriversi a corsi di laurea magistrale nelle discipline Stem, Scienze Sociali e Arts & Literature.

Per i 10 talenti selezionati, previsto un percorso biennale unico con una borsa di studio di 15.000 euro per sostenere i loro studi universitari. Ogni studente viene affiancato da un tutor scelto tra i dipendenti Iliad e da un mentore dell’Advisory Board dell’azienda, per garantire così un supporto personalizzato. Il programma include anche workshop tematici su argomenti di rilievo, e offre la possibilità di partecipare a un tirocinio extra-curriculare a iliad o in una delle sue aziende partner. Un’opportunità per crescere e formarsi professionalmente in un ambiente stimolante e innovativo. "Per due anni – commenta l’amministratore delegato Iliad Italia Benedetto Levi (nella foto a sinistra) – accompagniamo ragazze e ragazzi con un contributo economico best in class per le scholarship italiane, a cui affianchiamo mentor e tutor di altissimo profilo. Rinnovando anno dopo anno questo impegno, investiamo nella costruzione di competenze a disposizione di tutto l’ecosistema italiano". Il primo bando iliadship, avviato nel giugno 2023, ha riscosso un grande interesse in tutta Italia, attirando centinaia di candidature. La prima classe di studenti selezionati, equamente suddivisi tra uomini e donne e provenienti da ambiti come ingegneria, informatica, intelligenza artificiale, filosofia, giurisprudenza ed economia, è ora impegnata in un percorso formativo stimolante. Tra gli assegnatari della prima edizione, cinque hanno vinto la borsa STEM. Per quanto riguarda, invece, la borsa in Scienze Sociali e l’ambito Arts & Literature sono state altre quattro borse.

Tra le testimonianze dirette delle vincitrici della borsa Stem del primo bando, Lina Atanasova, che studia Quantitative Finance and Insurance all’Università di Torino, sottolinea come iliadship rappresenti per il suo percorso di studi "un aiuto economico di non poco valore, una preoccupazione in meno per potersi concentrare meglio sugli studi". Grazie alla borsa, Federica Topazio, risultata tra il 5% dei migliori studenti in Computer Science and Engineering a Salerno, racconta che "potrò unire alle mie conoscenze informatiche anche uno sguardo sul lavoro in azienda, contribuendo allo sviluppo delle mie competenze e alla creazione di una rete professionale nel settore Stem". Giuseppe Savina, che studia sicurezza informatica, laureato con 110 e lode in triennale all’Università degli studi di Milano, considera il progetto "non solo un grande aiuto economico", ma anche un’opportunità per "conoscere dei compagni che sono delle grandi eccellenze in altri settori". Per Luca Zhou, studente di 24 anni laureato con lode in Computer Science a Tor Vergata, conta la grande opportunità di networking "che mi dà modo di stabilire rapporti con i leader del settore e di acquisire una maggiore conoscenza del business".

"Essere guidato da un mentor e tutor personale e entrare in contatto con numerose personalità di successo", invece, per Andrea De Marco, studente di ingegneria gestionale al Polimi, "costituisce un valore aggiunto straordinario grazie alle conoscenze trasmesse, i saggi consigli e le opportunità di ampliare la mia rete di conoscenze". Per Dorotea Tocco, laureanda in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Torino, "la borsa di studio messa a disposizione rappresenta un’opportunità per poter conoscere una realtà nuova, guardare da vicino il mondo del lavoro, e confrontarmi con persone che hanno bagaglio di esperienza diverse dalle mie, in modo da arricchirci reciprocamente", mentre per Martina Pacifico, laureata con lode in Business Administration all’Università degli Studi "Parthenope" di Napoli, la borsa di studio rappresenta un nuovo inizio, un’opportunità per stringere nuove amicizie, legami e contatti. Il 9 e il 10 luglio si svolgerà a Roma la prima reunion dei dieci studenti vincitori della prima edizione (nelle foto sopra e a lato). Una due giorni per stimolare la community e raccogliere dai protagonisti i frutti del primo anno di progetto.