Italpizza dona i prodotti contro l’emergenza Coronavirus. In basso: le bandiere a mezz’asta
Italpizza dona i prodotti contro l’emergenza Coronavirus. In basso: le bandiere a mezz’asta

La grande solidarietà del sistema economico italiano si traduce in azioni concrete a favore di coloro che a causa delle misure adottate per fronteggiare la pandemia da coronavirus hanno perduto il proprio posto di lavoro. L’azienda emiliano Italpizza, ha deciso di mettere a disposizione 20 posti di lavoro per lavoratori autonomi entrati in difficoltà a causa della chiusura delle loro attività e che non possono disporre di ammortizzatori sociali. Italpizza, azienda con sede a Modena, è leader nella produzione di pizze surgelate e non. Fondata nel 1991, oggi l’azienda conta oltre 1.000 addetti e oltre 100 milioni di pizze prodotte ogni anno, sia a marchio proprio, che a marchio dei principali retailer al mondo. Italpizza esporta in 55 paesi con un fatturato di circa 150 milioni di euro. L esportazioni rappresentano il 65% del mercato dell’azienda modenese.

Italpizza si distingue sul mercato per un modello di business basato sulla capacità di replicare le modalità produttive della pizzeria tradizionale in forma industriale, con un esclusivo processo artigianale che comprende una lievitazione degli impasti per oltre 24h, una stenditura e farcitura manuale del prodotto ed una cottura esclusiva nel forno a legna. In questi giorni al fine di contribuire a supportare gli operatori impegnati a far fronte al contrasto della diffusione del Coronavirus e per poter fornire sollievo a quella parte di popolazione che si trova a essere più in difficoltà, il Comitato per la responsabilità sociale di Italpizza ha approvato , a questo scopo, un pacchetto di iniziative di solidarietà. Italpizza come prima misura ha deliberato di donare il proprio prodotto agli enti pubblici e alle organizzazioni non governative coinvolte. Un carico di pizze è stato consegnato alla Croce Rossa Italia e alla Caritas di Bergamo. In questi giorni è avvenuta la distribuzione a varie associazioni di volontariato di Assistenza pubblica, come la consegna diretta a famiglie numerose in difficoltà economica ed è avvenuta la consegna di pizze alla Caritas di Modena e partirà un carico per l’Ausl di Lodi. Inoltre Italpizza ha donato al Policlinico di Modena un ecografo per la terapia intensiva.

Ai lavoratori del sito Italpizza di Modena e dello stabilimento di Mortara, a Pavia), oltre a supporti per i genitori con bambini in età scolare, è stato riconosciuto ad ognuno un bonus di 200 euro (lordi) per il lavoro svolto nell’ultima settimana di marzo e quello che si svolgerà nel mese di aprile. La modalità per richiede la donazione del prodotto potrà essere avanzata tramite semplice domanda via e-mail a: relazioniesterne@italpizza.it indicando: ragione sociale; natura e funzione sociale dell’ente; scopo dell’impiego della merce donata; quantitativo desiderato (una tantum o previsione di consumi settimanali per future forniture); indirizzo di consegna della merce; nome e telefono del referente che riceverà la merce; impegno a non immettere nel mercato il prodotto donato e di renderlo disponibile a operatori e volontari impegnati in questa fase di crisi.

Gli interessati alle opportunità di assunzione, invece, possono scrivere a Italpizza S.p.A. Via Gherbella, 454A - 41126 Modena (MO) Italy - Tel +39 059 465611 Fax +39 059 465039 amministrazione@cert.italpizza.it - www.italpizza.com.