Tesla batte Toyota: è la casa automobilistica che vale di più al mondo. Il colosso delle auto elettriche si ‘regala’ lo storico sorpasso nella settimana che segna il suo decimo compleanno a Wall Street, dove si è quotata il 29 giugno del 2010. Dieci anni di alti e bassi per Elon Musk (foto), il miliardario visionario che ha ignorato...

Tesla batte Toyota: è la casa automobilistica che vale di più al mondo. Il colosso delle auto elettriche si ‘regala’ lo storico sorpasso nella settimana che segna il suo decimo compleanno a Wall Street, dove si è quotata il 29 giugno del 2010. Dieci anni di alti e bassi per Elon Musk (foto), il miliardario visionario che ha ignorato o violato molte delle regole non scritte dell’industria automobilistica per portare Tesla al successo e mettere sempre più all’angolo Detroit che, dopo decenni da leader e capitale dell’auto mondiale, vede il prestigio scemare. Solo in gennaio Tesla ha superato Volkswagen divenendo la seconda casa al mondo per capitalizzazione di mercato. Ora con i suoi 207,2 miliardi di dollari vale quasi due volte il colosso tedesco e più di Toyota, alla quale strappa lo scettro di regina del mondo.

La corsa di Tesla a Wall Street ha sorpreso molti analisti, che hanno visto schizzare il valore nonostante una produzione di sole 500.000 auto l’anno e utili scarsi. Quando il colosso delle auto elettriche ha raggiunto i 750 dollari per azione in maggio, Musk ha definito il prezzo "troppo alto": parole che molti credevano in grado di fermare la volata di Tesla ma che, invece, non hanno neanche frenato la corsa della società. Musk ha sfidato più volte gli scettici e le cassandre ponendo obiettivi ambiziosi per la sua creatura: molti non li ha centrati ma il suo fascino su Wall Street non ne è uscito intaccato. La svolta nell’ultimo anno quando, a fronte delle avversità, Tesla ha iniziato a macinare utili: se dovesse raggiungere il break even nel trimestre che si chiude in giugno si tratterebbe, per la prima volta, di quattro trimestri consecutivi in nero.