Prendi una eccellenza italiana e portala sul web. Un’idea semplice in un ambito che sta diventando terra di conquista utile a fidelizzare un’utenza potenziale di milioni di consumatori (4,5 miliardi di persone usano internet, oltre 3,8 sono sui social). Soprattutto se la base del progetto è a Hong Kong, terrazza ideale per affacciarsi sulla Cina e su tutto l’Oriente. Si chiama Eathic.hk e l’obiettivo del sito è mettere nella propria vetrina virtuale prodotti di grande qualità artigianale, tutti rigorasamente italiani, in Asia.

E un panettone milanese, per l’esattezza di Parabiago, frutto della maestria di Matteo Cunsolo, è il biglietto da visita che brilla sotto l’albero del sito che fa capo a La Vin Group, realtà nata nel 2008 per importare vini di nicchia, in questo caso non solo italiani, a Hong Kong. Ma quella del panettone di Cunsolo è una storia che, come spesso capita, è frutto di fortunate coincidenze, anche di natura territoriale. Infatti la scelta del dolce della più classica delle tradizioni meneghine deriva dall’intraprendenza di Michelangelo Guglielmetti, imprenditore milanese che da anni ha scelto di vivere e di lavorare a Hong Kong. La missione che si è dato è quella di far conoscere il meglio del Made in Italy a una platea vastissima. Tenendo conto che l’e-commerce è tra i pochi comparti ad avere avuto nel 2020 una crescita esponenziale (4,7 miliardi in più rispetto al 2019).

A ciò si aggiunga l’esperienza diretta vissuta giorno dopo giorno, anno dopo anno, da Guglielmetti che è riuscito a crearsi un’idea originale dell’Oriente. "Per farsi conoscere e apprezzare in Asia – spiega Guglielmetti – è necessario conoscere i meccanismi che governano il mercato e le abitudini di consumo di chi abita in queste latitudini. Le differenze – sottolinea – sono tante, ma c’è un punto di partenza comune: la ricerca della qualità". Da qui la volontà di portare su Eathic.hk realtà anche di media e piccole dimensioni che desiderino aprirsi verso nuovi mercati mantenendo alto lo standard delle loro proposte. "Oggi – continua Guglielmetti – è necessario fare rete, unire realtà diverse per proporre un’offerta ragionata, una vera e propria selezione delle eccellenze italiane che, come ben sappiamo, sono infinite e desiderate anche da chi italiano non è".

Da queste idee di partenza si è arrivati a quella di porre l’accento, esibire in vetrina come fosse un gioiello, il panettone di Cunsolo, un dolce che si fa apprezzare per la qualità degli ingredienti e del rispetto della tradizione nella lavorazione. "Spero che questa nostra scelta – commenta Matteo Cunsolo – possa essere un esempio per molti artigiani e colleghi. Ciascuno di noi ha un ruolo fondamentale, nulla è più come prima. Dobbiamo creare nuove sinergie per ricostruire un futuro che sembra essersi fermato, invece è soltanto lì che ci aspetta".

Oltre al panettone e agli altri dolci tipici di Cunsolo, Eathic.hk mette in vetrina tra gli altri olio, vino e pasta dell’Azienda Guerrieri di Pistoia, riso e risotti della Tenuta Margherita di Vercelli, ricotta e dolci di Sapori dell’antica Murgia di Bari, sughi e salse de Il VallinoFrandi Italia di Livorno, vini organici e salse dell’Antica Enotria e l’aceto balsamico e i condimenti della Società Agricola Acetomodena di Modena. Tra le realtà più interessanti e curiose quella di PepperuKo, un’azienda di Latina che propone venti tipi di peperoncino venduto essiccato e macinato. Pare abbia infiammato i palati cinesi che adorano il piccante.