Intesa Sanpaolo offre una soluzione finanziaria per sostenere il settore vitivinicolo. Con il progetto, di respiro nazionale, le scorte di vino in cantina diventano garanzia: il "pegno rotativo" consente di effettuare una valutazione e convertirle in garanzie utili per nuove linee di credito. Sono interessate le aziende produttrici delle Doc e Docg, Barolo, Barbaresco, Franciacorta, Amarone di Valpolicella, Brunello di Montalcino, Bolgheri, Chianti Classico e Nobile di Montepulciano, ma l’attenzione è rivolta a tutte le circa 400 Doc e Docg che vorranno collaborare con la Banca.