Il titolo Mps (in foto l’ad Guido Bastianini) sale in Borsa in attesa che si definisca l’operazione con Unicredit. Ieri ha chiuso con un aumento dell’1,3%. I sindacati intanto hanno inviato due lettere al Mef che sono rimaste senza risposta e hanno proclamato lo stato di agitazione, sperando che le procedure di conciliazione portino alla convocazione di un incontro entro i prossimi 45 giorni. "Vorremmo capire i motivi e il perimetro di una trattativa in esclusiva caratterizzata da una moral suasion esercitata dall’azionista pubblico - lo Stato - che intende accordare una serie di indubbie agevolazioni in favore del soggetto acquirente, Unicredit. Vorremmo capire inoltre perché non vengono prese in considerazione soluzioni alternative", scrivono Fabi, Cisl, Cgil, Uilca e Unisin.