Mercoledì 24 Luglio 2024
ILARIA BEDESCHI
Economia

Johnson & Johnson investe in Italia 580 milioni di euro

La maxi cifra stanziata dal colosso per i prossimi cinque anni: “L’obiettivo è aumentare la nostra capacità produttiva”

Oladapo Ajayi, vicepresidente Innovative Medicine Supply Chain di Johnson & Johnson

Oladapo Ajayi, vicepresidente Innovative Medicine Supply Chain di Johnson & Johnson

Il colosso Johnson & Johnson sceglie di investire in Italia una cifra da capogiro: 580 milioni di euro di cui 125 che andranno a sostenere un aumento della capacità produttiva e a costruire le competenze per il futuro: è la cifra imponente che Johnson & Johnson Innovative Medicine investirà in Italia nei prossimi cinque anni.

I dati di Johnson & Johnson in Italia

L'annuncio si inserisce all'interno di un piano strategico che ha previsto una crescita degli investimenti in Italia del 9,2% ogni anno nel periodo 2019-2023, tre volte superiore rispetto alla media del settore farmaceutico, secondo un nuovo studio di The European House Ambrosetti. Questo si è tradotto in un incremento del 15% dell'occupazione in Italia negli ultimi cinque anni, arrivando a circa 1.400 dipendenti in tutto il Paese. “Johnson & Johnson - ha aggiunto Oladapo Ajayi, vicepresidente, Innovative Medicine Supply Chain di Johnson & Johnson - ha una presenza produttiva significativa in tutta Europa e il sito di Latina è una parte importante della nostra rete globale. Continuiamo a fare importanti investimenti nella nostra Supply Chain per supportare la crescita del nostro attuale portafoglio di farmaci e la nostra pipeline di soluzioni innovative, che ci permetteranno di continuare a fornire prodotti ai milioni di pazienti in tutto il mondo che si affidano a noi ogni giorno”.

Il volume di affari nel settore farmaceutico

Nel panorama farmaceutico, Johnson & Johnson si distingue per la sua forte attenzione a Ricerca e Sviluppo (R&S): negli ultimi cinque anni, l'azienda ha investito quasi 50 milioni di euro in Italia (+11,7% ogni anno dal 2019). Gli investimenti in R&S favoriscono anche un forte impegno verso la ricerca scientifica nel Paese. Nel 2023, Johnson & Johnson Innovative Medicine ha gestito 114 studi clinici e collaborato con 993 centri di ricerca in Italia, offrendo un accesso alle cure a più di 5.000 pazienti.

Si punta su Latina

Il sito di Latina, che rappresenta una parte importante della catena di approvvigionamento globale di Johnson & Johnson, produce più di quattro miliardi di compresse all'anno, per circa 30 prodotti diversi, e il 97% della produzione viene esportato, raggiungendo i pazienti in tutto il mondo. Il piano di investimenti consentirà un aumento della capacità produttiva di oltre il 25%, in quanto comprenderà progetti innovativi per supportare i prodotti in fase di sviluppo e nuove tecnologie di produzione, come la Flex Line, per gestire in modo più efficiente il confezionamento di piccoli lotti di produzione e una nuova linea di produzione continua che ridurrà il tempo totale di produzione end-to-end e consentirà ai farmaci di raggiungere i pazienti più rapidamente.

“Lo stabilimento Johnson & Johnson di Latina, in Italia, sta vivendo un'evoluzione significativa - ha affermato il General Manager dello stabilimento Johnson & Johnson di Latina, Jorge Lopez - in quanto stiamo potenziando le nostre capacità per servire un maggior numero di pazienti con prodotti innovativi. È stato riconosciuto come sito 4IR (Industria 4.0) dal World Economic Forum grazie al nostro impegno per l'innovazione e la sostenibilità. Questo è un momento davvero entusiasmante per il nostro sito. Abbiamo dei collaboratori molto appassionati e impegnati, che si concentrano sulla sicurezza, sulla qualità e sull'affidabilità, mentre lavoriamo per fornire farmaci ai pazienti di tutto il mondo ogni giorno”.